Più spaventati dei pirati somali - il vero pericolo nei nostri oceani | IT.DSK-Support.COM
Casa

Più spaventati dei pirati somali - il vero pericolo nei nostri oceani

Più spaventati dei pirati somali - il vero pericolo nei nostri oceani

Pollution'most tossica di cui è di plastica' sta avendo un effetto devastante sui nostri oceani - e colpisce sia marine e la vita umana....

Immaginate la dimensione della Francia - circa 700.000 chilometri quadrati - una larghezza di massa e la diffusione.

Ora immaginate ogni milli-pollici di Francia colmo di spazzatura: tappi di bottiglia, sigarette, accendini, applicatori di tamponi, reti di plastica, infradito scartati, frisbee, bottiglie di soda, brocche di latte, pannolini, anelli a sei-pack, rotto racchette da tennis, penne vuote, bottiglie di shampoo, bottiglie di spremere vuote di marmellata, è il nome.

load...

Thre sono cinque di questi cumuli di rifiuti negli oceani di tutto il mondo

Soprannominata 'Garbage Patch orientale, questo spezzatino galleggiamento di pollution'most tossici di cui è plastic'is soltanto uno dei cinque tali cumuli di rifiuti catturati nelle correnti ad alta pressione vorticosi caratteristici vortici.

Gli altri risiedono nel Sud del Pacifico, il Nord e il Sud Atlantico e l'Oceano Indiano. E ogni anno, forse inconsapevolmente, ognuno di noi aggiunge alla plastica al mucchio.

Gli effetti di questi cumuli di rifiuti, nonché del più piccolo, l'inquinamento libero di fluttuare, ha un effetto devastante sulla vita marina, vita selvaggia, e la vita umana.

load...

Gli uccelli ingeriscono plastica che scambiano per cibo

Uccelli scambiano piccoli pezzi colorati di plastica per alimenti e li ingeriscono. Un uccello marino lavato-terra è stato trovato per avere 1.603 pezzi di plastica nello stomaco. Pesci, squali e tartarughe muoiono, impigliato nelle corde e reti scartati.

Conchiglie tartarughe marine sono deformati da fasce di plastica soffocanti che non possono rimuovere. Megattere trascinano reti di plastica che entrambe tagliate a loro carne e compromettere la loro caccia.

L'elenco potrebbe continuare. Già, oltre un milione di uccelli marini, un migliaio di mammiferi marini, e innumerevoli pesci muoiono nel Pacifico settentrionale ogni anno a causa di deglutizione nostra spazzatura o annegamento in esso.

L'obesità, l'infertilità e la depressione sono legate ad inquinanti nella catena alimentare

Se questo non è sufficiente a suscitare l'azione, come circa gli effetti questo inquinamento sta avendo sulle persone? Gli scienziati hanno collegato l'obesità, infertilità, e la depressione con l'ingresso di questi inquinanti nella catena alimentare. La maggior parte della spazzatura che invade i nostri oceani è di plastica.

Con l'eccezione della piccola quantità di plastica che è stato incenerito - la produzione di alcuni dei gas più tossici immaginabili - ogni oncia di plastica mai fatto è ancora sul nostro pianeta. Anche quando ridotto ad una singola molecola, plastica rimane troppo duro per decomporsi. Invece, le sue sostanze chimiche sono lisciviazione nei nostri oceani e noi a loro volta stanno bevendo, mangiando, e li assorbe attraverso la nostra pelle ogni giorno.

In ambienti marini, queste sostanze chimiche hanno avuto un effetto sorprendente sul sistema endocrino di uccelli e pesci, a volte con conseguente organi sessuali femminili su specie maschile.

Gli effetti corrispondenti sull'uomo hanno appena iniziato a manifestarsi, ma molti scienziati ritengono che imitando l'ormone femminile estrogeno, queste sostanze chimiche sono la radice della ripresa corrente di obesità, il calo dei tassi di natalità e l'aumento di cancro e il diabete.

Queste sostanze chimiche sono particolarmente pericolosi nei sistemi di neonati, il cui cervello, sistema immunitario, e gonadi stanno ancora sviluppando. Solo perché queste tossine non provocano reazioni istantanee e feroci, non significa che siano sicuri.

Come plastica viene nei nostri oceani

Plastica rende nei nostri oceani in una varietà di modi. Circa il venti per cento di esso proviene dai beni persi dalle barche: la perdita cioè accidentale di attrezzatura da pesca e altri attrezzi da diporto, enormi container che trasportano milioni di articoli in plastica lavati in mare durante le tempeste più gravi; cucciolata da imbarcazioni da diporto, o illegale scarico di merci indesiderate.

Detriti Beachgoers' è anche un collaboratore. L'altro ottanta per cento è spazzata in da terra.

Proprio come Nonpoint fonte di inquinamento da fertilizzanti, detersivi, pesticidi e trovare la loro strada nelle nostre acque, lo sono anche oggetti di plastica che lavano nei nostri oceani blu. Capsula scartata o un sacchetto di sandwich vuoto sconsideratamente sinistra lungo il lato della strada alla fine essere soffiato o espulso o lavato in un tombino, che poi sparare dritto nell'oceano.

Non tutti i carri di plastica. In realtà, quasi la metà di esso scende sul fondo dell'oceano dove ci porta morte e distruzione al fondo del fondo dell'oceano. Inoltre, plastica è fatto da petrolchimici; così ogni spazzolino da denti usa e getta che acquistare o sacchetto di plastica non riutilizziamo aggiunge alla nostra dipendenza dal petrolio già paralizzante.

Plastica è nata nel 1865 con le migliori intenzioni, come era stata concepita per salvare gli elefanti! Uno scienziato di nome John Wesley Hyatt creato celluloide, il primo prodotto di plastica dato un nome commerciale, come un sostituto sintetico per palle da biliardo d'avorio. Dopo che è venuto rayon, teflon, polipropilene, e la lista continua.

Certo, plastica ha reso più facile per vivere la 'vita facile. Non c'è bisogno di portare denaro contante o scrivere un assegno o aggrapparsi al rasoio. Plastica è stato di servizio inestimabile nel mondo medico e scientifico. Ma abbiamo bisogno di abbastanza così gran parte di essa? Per esempio, la US Environmental Protection Agency stima che tra i 500 miliardi di euro e un trilioni di sacchetti di plastica vengono consumati ogni anno nel mondo.

E dove quei sacchetti utilizzati finiscono? Spesso come un 'impermeabile per alcuni uccelli marini sfortunato o un' collana per una lontra di mare, e questi sono i fortunati che non confondere i sacchi per il cibo.

La maggior parte delle forme di plastica non possono essere riciclati

Molto di plastica può essere fuorviante. Ad esempio, quelle frecce circolari stampati in ogni pezzo imitano nostro simbolo di riciclaggio che porta i consumatori a credere quando sono attraverso con esso, il prodotto verrà riciclato mentre in realtà il simbolo indica unico tipo di plastica.

Dei sette tipi di plastica solo three'PET (1), HDPE (2) e PS (6) 'sono considerati' facile da riciclare. La stragrande maggioranza dei centri di riciclaggio municipali non accettano nemmeno gli altri tipi che includono tali materiali plastici molto utilizzati come film d'imballaggio, sacchetti di lavaggio a secco, sacchetti di sandwich, sacchetti della spesa, capezzoli biberon, tubi medica, tende da doccia e Tupperware.

Secondo il sito web di Algalita, di quelle di plastica raccolti, meno del tre per cento in realtà finiscono riciclati. Temperature di riscaldo corrono troppo bassa per bruciare i contaminanti, in più è spesso più economico da produrre plastica vergine piuttosto che riciclarlo. Così la maggior parte della plastica nostre imprese di riciclaggio sono così diligentemente raccogliendo finisce in discarica o nei nostri oceani.

Fortunatamente, un sacco di persone stanno prendendo sul serio la crisi di plastica

Diversi paesi, per esempio, hanno vietato o sostanzialmente tassati - o si stanno muovendo verso questo modo - sacchetti di plastica. Questi paesi includono Bangladesh, Cina, Irlanda, Ruanda, Israele, Canada, India occidentale, Botswana, Kenya, Tanzania, Francia, Taiwan, Svezia, Germania e Singapore.

Molte città in Inghilterra hanno istituito il divieto di tutta la città, con Londra recentemente venuta a bordo; attraverso la Manica, Parigi si è unito anche il divieto.

Nel 2017 San Francisco è diventata la prima città americana a vietare i sacchetti di plastica, con Boston, Portland e Phoenix considerando seguendo il suo esempio. New York City ora richiede grandi magazzini e catene di distribuzione per riciclare i sacchetti di plastica. E trendsetter Whole Foods ha vietato l'uso dei sacchetti di plastica in tutti i 270 dei loro negozi in tutto il mondo.

Questo è tutto incoraggiante, ma solo una goccia nel mare proverbiale e non c'è molto che possiamo fare senza aspettare leggi:

Come si può contribuire a ridurre la diffusione di inquinamento di plastica

Uso durevole sacchetti di tessuto commerciali;
Quando possibile, scegliere il bio-plastiche, vetro o carta;
Restituire la merce di plastica rotti per il produttore;
Si prega di non lasciare rifiuti.
Prendete un pezzo di plastica sulla strada di casa dalla vela e inserirlo in un cestino;
Supportare le aziende ecologicamente responsabili che stanno riciclaggio di plastica;
Compost e riciclare tutto il possibile;
Sweep il tuo marciapiede, piuttosto che hosing;
Acquistare in massa, evitando contenitori più piccoli che dovranno essere smaltito;
Se del caso, inviare lettere alle aziende circa sopra imballaggio o imballaggi in plastica;
Comprare meno e quando lo fai fare un acquisto, evitare packaging eccessivo;
Riparazione qualunque merce è possibile prima di considerare la loro sostituzione;
Se si vive vicino a un corpo d'acqua, di volontariato per aiutare a pulire la spazzatura ;;
Riutilizzare i sacchetti di plastica fragili utilizzati per gli acquisti all'ingrosso o scegliere carta invece;
Tagliare gli anelli di titolari di sei confezioni di plastica, che abbassa le probabilità di entanglement con gli animali marini che dovrebbe titolare fare fuori per mare.

Ricordate, anche se ci siamo fermati la produzione di tutti i diritti di plastica questo secondo c'è ancora 143 anni vale la pena di esso che è già stato realizzato. Spargi la voce: molte persone non sono consapevoli di come le scelte che stanno facendo ed i prodotti che stanno acquisto influenzano l'ambiente. La gente vuole queste informazioni: si sente bene a fare la cosa giusta.

Questo articolo è stato ristampato con il permesso di www.sail-world.com/cruising