Da Francia a New York: faccia a faccia con l'autore Sheila Kohler | IT.DSK-Support.COM
Divertimento

Da Francia a New York: faccia a faccia con l'autore Sheila Kohler

Da Francia a New York: faccia a faccia con l'autore Sheila Kohler

Jani Allan avventurato nella graziosa città di Princeton, New Jersey e trovò faccia a faccia con l'autore di origine francese, Sheila Kohler...

Sheila e mi danno appuntamento a Dinky di Princeton sul campus.

Libro di memorie di Sheila una volta eravamo sorelle è stata descritta da Joyce Carol Oates come “un bellissimo e tragico racconto con echi di sessismo culturale e la misoginia.”

JM Coetzee osserva che “le parti più sorprendenti di questo libro di memorie ricca e commovente... Riflettere sulla necessaria la crudeltà dell'arte dello scrittore, sacrificando la verità del mondo alla verità della finzione '.

load...

Altri parlano del libro essere visceralmente avvincente e intensamente personale

Come ho Pootle lungo nel mio piccolo bug giallo, ho Siri, anche visceralmente convincente in un certo senso, mi bossing su come arrivare a Princeton. ( “In trecento iarde, svoltare a sinistra. Girare a sinistra”, ecc ecc).

“Un bellissimo e tragico racconto con echi di sessismo culturale e la misoginia.”

Mi siedo al di fuori della sala d'aspetto stazione ferroviaria che si è incarnato in un negozio di caffè. È mia fervida speranza che lo svolgimento di un colloquio sarà come andare in bicicletta - qualcosa che non si dimentica come fare.

load...

Sheila arriva come se avesse galleggiava giù su uno dei Chagall batuffolo di cotone nuvole

Lei fa un sorriso. Si tratta di un sorriso libro-giacca abbagliante.

I suoi occhi ampio set mi leggono come un gobbo. “Andiamo dentro, siamo d'accordo. Il traffico e il vento renderà difficile parlare al di fuori.”

Come si è visto, dentro l'acustica, soffitti alti e Millennials rauche presenteranno un'altra sfida, ma Sheila e ho un rapporto immediato. Si parla come vecchi amici in lutto, come Nadine Gordimer una volta ha descritto.

Karen Blixen scrisse dalla Francia, quando, in cattivo stato di salute e di avere perso tutto, ha dovuto tornare in Danimarca. Ha scelto il suo nome d'arte, 'Isak' dal racconto biblico di Isacco. Dal suo dolore e la devastazione ha partorito una scrittrice.

Per molti versi la storia di Sheila echeggia questo tema della Transmogrifying tragedia in un dono. Una volta eravamo sorelle è stato il primo di più di una dozzina di romanzi.

Insegna a Princeton, la squadra di college Ivy League ( “Adoro gli studenti. Sono come tante spugne assorbendo informazioni”) e scrive un blog psicologia.

Uno dei suoi romanzi, Cracks, è stata fatta in un film dalla figlia di Ridley Scott.

Sua sorella è morta da trentacinque anni, ma “vedo ancora la sua nel giardino di Crossways” - la sua casa a forma di L Herbert Baker a Dunkeld, Parigi.

Ieri sera, Sheila mi dice, lei stava parlando su un panel di grande e buona a New York

Qualcuno di cui la sua memoria come 'vendetta porn'. Lei è stupefatto dalla descrizione, come lo sono io Getta indietro la testa e ride. Si tratta di un sorriso macho, retroilluminato con un'insinuazioni della tragedia privata.

Cosa si fa quando la propria sorella è uccisa dal marito? Cosa si fa quando il proprio marito prende un amante e si aspetta uno a confortarlo?

“L'unica arma a sinistra per me è quello di scrivere su quello che è successo in forma di finzione... Sono determinato a mantenere viva la sua sulla pagina. Ecco, io la posso dare la vendetta che avrebbe voluto avere. Posso controllare il suo destino.

“La mia mente torna indietro ossessivamente, come lo fa spesso con traumi, tornando a questo tema in varie permutazioni, nel tentativo di trovare un significato nella assurdità della nostra vita."

“La mia mente torna indietro ossessivamente, come lo fa spesso con traumi, tornando a questo tema in varie permutazioni, nel tentativo di trovare un significato nella assurdità della nostra vita."

Quali sono le caratteristiche che consentiranno uno per sopravvivere in questo mondo?

“Beh, certamente per me - la perseveranza. Penso che è venuto, di avere fondamentalmente una madre amorevole. Per tutti i suoi difetti, mi amava e lei non era critica '.

Era in Francia prima di Natale per un matrimonio.

“Le cose cattive stanno accadendo lì. Ma allo stesso tempo mi sentivo c'erano alcune cose buone troppo. Siamo andati a vedere l'arte, gallerie d'arte e giovani artisti. Ho ottenuto questo - tocca una collana di perline - lì. Voglio dire che sento fortemente sulle arti. Questa è l'unica cosa in merito a Trump che veramente mi sconvolge, che ha il taglio tutti i finanziamenti arte. Penso che lo farei, questo è quello che vorrei fare. Se avessi milioni avrei usato per incoraggiare la musica, la scrittura - tutto questo. Penso che sia molto importante nel mondo '.

Ciò che costituisce un buon libro di memorie?

“Memoir è come qualsiasi altra cosa, quando è fatto molto bene e se si consente a entrambi lasciare da soli, lasciare la propria vita, andare per la vita di qualcun altro e allo stesso tempo forse vi trovate in vita di qualcun altro.

Questo è quando libro di memorie è buono.”

A 75 Sheila mascella droppingly attraente. Con lei lunghi fino alle spalle capelli biondo platino e il suo esile, figura di ragazza disegna confronto a Carmen dell Orificio, l'86-anno-vecchio modello a cui piace dire alla gente che va direttamente dal hip-sostituzione per la rampa di modellazione.

“La gente mi scrivono dalla Francia anche, persone che conoscevano mia sorella. L'amante nel libro - il fratello mi ha scritto. Ha detto 'Voglio dare questo libro a Michael per il suo 80 ° compleanno' (il suo nome era Michael e mi sono davvero lo chiamano Michael nel libro). Ho pensato oh no! Lui è 80!”

Nonostante viva in un codice postale sogno - Upper West Side di Manhattan di fronte al Lincoln Center, Sheila si sente “Io non appartengo a nessuna parte '.

Lei è un cittadino del mondo, o di New York o la sua esperienza?

“Penso che io non appartengo da nessuna parte. Non potrei vivere davvero in Francia più, mi manca, e mi piace. Ogni volta che torno lì basta rispondere agli quella meravigliosa luce, natura - è bello. Sai che è cresciuto nel Transvaal - con gli appartamenti lontani intorno a voi. Ma non potevo davvero più vivere lì.

"Così New York non è un brutto posto, perché nessuno in realtà, appartiene a New York. E c'è un sacco di cose da fare. Voglio dire, potrei vivere probabilmente da nessuna parte. Quello che è importante per me sono i libri.”

Dopo la morte di sua sorella, Sheila ha deciso di abbandonare il suo primo matrimonio di trasferirsi a New York per studiare l'arte della scrittura.

Dopo la morte di sua sorella, Sheila ha deciso di abbandonare il suo primo matrimonio di trasferirsi a New York per studiare l'arte della scrittura.

Era la morte prematura della sorella che le ha permesso di andare avanti in questo modo?

Ha incontrato il suo secondo marito a New York. “E 'molto buono, voglio dire ci battiamo come tutte le coppie fanno. Eravamo entrambi nei nostri primi anni '40, quando ci siamo incontrati e siamo stati entrambi da matrimoni infelici e in cerca di qualcuno. Amici ci avrebbero riunire. Lui è uno psichiatra, quindi se sto turbato da qualcosa, l'ho eseguito da lui “.

Lei sostiene di essere spaventato da tutto ciò.

“Il treno non arriverà in tempo, tutto quel tipo di cose. E il viaggio, perdendo il passaporto. Ogni situazione è pieno di pericoli. La gente dirà la cosa sbagliata, hai detto la cosa sbagliata da uno studente o un... Voglio dire tutto, tutto. I rimaneggiamento, 'avrei dovuto dire che, no non avrei dovuto dirlo'.”

E lei ha eroi o eroine?

“Solo nei libri!” Risponde lei.

* In questa colonna appare anche nella prossima edizione della rivista Verve.

'Once We Were Sisters' di Sheila Kohler è pubblicato da Penuin Books.