Alzare un figlio speciale - sfide particolari, amore speciale | IT.DSK-Support.COM
Genitorialità

Alzare un figlio speciale - sfide particolari, amore speciale

Alzare un figlio speciale - sfide particolari, amore speciale

Per tutti i genitori, la nascita di un bambino è un evento speciale. In quel primo grido clamoroso, speranza, promessa, e il potenziale eco al cielo. Una nuova vita è nata, e nulla e tutto sembra possibile.

Ma per alcuni genitori, l'euforia sarà appesantito da una diagnosi che significa sfida in più, la vigilanza supplementare, e un supplemento di amore e cura. "Bisogni speciali."

Se il danno è fisico o intellettuale, che si tratti di autismo o paralisi cerebrale o di una malattia congenita rara, un bambino con bisogni speciali può mettere a dura prova i familiari, le relazioni e le risorse.

load...

Vivere con un 'Lionheart'

Travis ha una malformazione di uno su sei milioni di cervello chiamata displasia setto-ottica, il che significa che è autistico ed è in grado di camminare o parlare ancora.

“I primi segnali erano che lui era una sorta di un coniglio di velluto,,. Non aveva grip,”ha detto Stacey emittente David O'Sullivan in una sessione di chat Iris per BrightRock.

“I suoi occhi non sembrano concentrarsi molto bene su oggetti. Abbiamo pensato che sarebbe cresciuto fuori di esso. Non volevamo crederci fino a quando il medico ci ha mostrato.”

load...

Come la più antica in una famiglia di tre ragazzi, Travis è stato un pugno per Stacey, e lei finalmente ha preso il grande passo di quest'anno di lui messa in assistenza sostitutiva a Oakhaven a Midrand.

“All'inizio ero molto triste per questo”, dice Stacey. “Poi ho capito che stavo mettendo insieme un piano ben ponderata per il suo futuro. Travis sta ricevendo le migliori cure che posso permettermi. E 'la cosa migliore per lui e per la nostra famiglia “.

Un piolo quadrato in un foro rotondo

David, il cui figlio maggiore, Michael, 11, è autistico, lo sa fin troppo bene l'importanza di cercare la felicità per un particolari esigenze del bambino.

“Voglio provare a permettere a Michael di fondersi nella società”, dice. “Io non voglio che per adattarsi, ha sempre sarà il piolo quadrato nel foro rotondo. Se riuscirà a fondersi, e trovare una nicchia per se stesso che è comodo.”

Crescere un bambino nello spettro autistico può essere frustrante, dato il loro modi unici e spesso imprevedibili di percepire e reagire al mondo che li circonda.

David ricorda ammonendo Michael dopo una giornata particolarmente difficile a scuola, e dopo essersi assicurati capì quello che aveva fatto di male, sentirlo dire, dal nulla: “Fare tunnel hanno ristoranti”

I bambini con bisogni speciali hanno una capacità infinita per prendere di sorpresa, concorda Margot Bertelsmann, il cui figlio Richie, cinque, ha la spina bifida. Frequenta una scuola tradizionale, e si rifiuta di accettare le limitazioni percepite della sua 'differentness'.

“Vuole fare lezioni di calcio,” dice. “Il calcio è probabilmente non sarà il suo sport. Ma no, il calcio deve essere. E 'bene per gli altri bambini di sperimentare lui, in modo che egli smette di essere quel mostro in un angolo, e che gode l'ampiezza dell'esperienza umana.”

Per David, i giorni difficili sono oscurate dal bagliore di un risultato straordinario, come ad esempio Michael in piedi davanti alla sua scuola e recitare una favola per bambini dalla memoria.

“Noi celebriamo, noi il tifo”, ​​dice David. “E 'stato uno dei più grandi momenti per noi. Ma ancora, non può allacciarsi le scarpe.”

Più educhiamo, meglio è

Margot, che descrive il senso di perdita di un genitore si sente alla realizzazione che ci sono alcune cose loro particolari esigenze bambino sarà non solo essere in grado di fare, ricorda quando Richie è venuto a conoscenza di persone su di lui in pubblico.

“Quando cammina, lui barcolla, come uno zombie,” dice, “e lui mi disse: 'Perché la gente cerca sempre di me?' Mi rivolsi a lui e disse: 'Richie, è perché un aspetto diverso, e la gente nota che. Sono sempre andando a guardare a voi. E anche tu sei un ragazzo così bello. '”

Per Val Witt, direttore di Crossroads School di Parigi, questo tipo di affermazione è una parte vitale del processo di creazione di un mondo migliore per i bambini con bisogni speciali, e dei loro genitori.

“Molto è cambiato,” dice. “Le persone sono ora molto più consapevoli delle esigenze particolari. Per me, la qualità di ogni singolo bambino è nel valore che portano. Lo stigma è problemi di altre persone, e più si educare, meglio è “.