Cosa fare quando il tuo bambino lancia un tantrum (e stai per perdere il tuo sh * t) | IT.DSK-Support.COM
Genitorialità

Cosa fare quando il tuo bambino lancia un tantrum (e stai per perdere il tuo sh * t)

Cosa fare quando il tuo bambino lancia un tantrum (e stai per perdere il tuo sh * t)

Prima di diventare madre, che ho usato per dormire finché il mio corpo ha deciso che era riposato abbastanza per svegliarsi, di solito intorno alle 8:00 o 8:30 vorrei bere un bicchiere d'acqua, lentamente sedersi a meditare, giornale, o fare qualche respirazione tranquilla. La mia mattina si sentiva pieno di tempo "me" e ho cominciato ogni giorno con una nota che ho scelto.

Fast forward a questa mattina

Mia figlia è di tre. Corre nella stanza a svegliarmi esattamente 7:01 ogni mattina urla; "Il mio orologio diventò verde! E 'ora di svegliarsi. Voglio la prima colazione. Ho fame. Io voglio le uova. E cereali. Posso bere l'acqua? (Ho sentito il suono del mio bicchiere d'acqua pieno di essere precario sollevato dal comodino , un rumore slurping, mi brace me stesso come lei barcolla per mettere il bicchiere verso il basso) Mommy - GET UP"

Inutile dire che la mattina sono diversi. Le mattine sono ora completo delle esigenze di qualcun altro. Qualcuno che non saranno ignorati. Ho ancora prendere un paio di secondi per fare qualcosa per me, prima di alzarsi dal letto - ma in questi giorni, si tratta di leggere poche righe veloci di una breve poesia o rapidamente annotare tre frasi dai miei sogni come mia figlia chiede con impazienza, "Sei già fatto?!"

load...

Questa mattina è stato particolarmente impegnativo. La scuola comincia alle 8:30 del mattino, è letteralmente cinquanta iarde dalla nostra porta di casa in modo che siano benedetti in che possiamo lasciare alle 08:29 ed essere in tempo. Alle 08:35 (mi sento in ansia visto che siamo già in ritardo). Mia figlia annuncia che vuole giocare la partita di pesce cinque volte. Con calma spiegare che non abbiamo tempo per giocare la partita di pesce cinque volte. Penso che sto essere generosi quando offro a giocare una volta, ma questo porta solo a lei urlando che una volta non è sufficiente, deve essere cinque volte.

In questo momento, come lei urla sul suo letto, mi sento così impotente. E non mi piace. Sto anche emotivamente sfinito da diversi queste battaglie abbiamo già avuto questa mattina. Improvvisamente, mi metto a singhiozzare.

Sono stanco. Stanco di dover spiegare tutto a lei, stanca delle sue domande incessanti, stanco di rispondere alle esigenze di qualcun altro per le prime due ore del mattino.

load...

Lascio sua camera da letto ed esco in salotto, seduto sul divano e lasciare che il flusso di lacrime. Io dico ad alta voce, "Dio mi aiuti. Sono così frustrato, cosa posso fare?" Ed è allora che ho deciso di meditare. Può sembrare una scelta strana, a meditare mentre tua figlia fa i capricci nell'altra stanza, ma una vocina dentro di me ha detto, "meditare", e ho imparato ad ascoltare quella voce.

Come mi sono seduto sul divano, ho fatto una pratica di auto-compassione che ho imparato da leader di auto-compassione ricercatore PhD Kristin Neff. Posizionando la mano sul cuore, mi sono detta le seguenti tre frasi:

1. "Questo è difficile. Questo è un momento di sofferenza."

E le lacrime continuavano a venire, ho crogiolavo in un po 'di autocommiserazione, ma per lo più solo sentito come triste ero e quanto sia difficile una volta che stavo avendo.

2. "Altre persone hanno sentito anche questo. Non siete soli."

Ho cominciato a immaginare tutti gli altri genitori che lottano per ottenere i loro figli fuori dalla porta a scuola. E ho pensato: "Non sono l'unico a piangere questa mattina... Decine di genitori stanno probabilmente facendo la stessa cosa in questo momento!"

3. Infine, come ho accarezzato il mio cuore, mi ha detto: "Posso essere gentile con me stesso in questo momento."

Ho passato quasi 10 minuti continuando a dire queste tre frasi a me stesso, la respirazione e darmi lo spazio per calmarsi. A un certo punto, ho pensato: "Non ho tempo per questo! Ora stiamo andando a essere molto tardi a scuola!" ma un'altra voce ha detto, "questo è più importante".

Dopo circa 10 minuti, mi è stato non è più piangere e sono entrato in camera di mia figlia e con calma ha detto, "abbiamo bisogno di andare a scuola". Lei mi guardò e disse: "Ma io voglio giocare il gioco di pesce", a cui ho risposto, "noi non abbiamo tempo. Siamo molto in ritardo." E lei ha detto: "Mamma Ok". Lei con calma ha le sue cose, mettere sul suo zaino e uscì dalla porta.

Ora, non sto suggerendo ogni volta che si mediti il ​​bambino risponderà esattamente come li si vuole (se così fosse, la meditazione sarebbe un'industria di miliardi di dollari!). Ma indipendentemente da come mia figlia aveva risposto in quel momento, il punto è che sono stato in grado di ottenere me stesso in uno stato di calma abbastanza per gestire la sua. E, cosa più importante, mi ha dato quello che mi serviva quando ero sconvolto.

La meditazione è diventato uno strumento che mi permette di essere presenti per alcuni momenti veramente difficili

Per me, la meditazione è diventato uno strumento che mi permette di essere presenti per alcuni momenti veramente difficili. Sì, ho ancora perso il mio sh * t a volte, un sacco di tempo, ma mi rimbalza indietro veloce. Sono più resistenti. E, sono in grado di essere gentile con me stesso nel mezzo di perdere il mio sh * t. Questa è la più grande differenza.

Il mio modello di default, in passato è stato quello di battere me stesso e si sentono ancora peggio su di me quando sto attraversando un periodo difficile. Ma quando medito, soprattutto quando mi alleno gentilezza amorevole o di auto-compassione, mi vedo in una luce diversa.

Mi vedo come una donna che ama sua figlia così tanto, che sta cercando la sua più difficile da fare la cosa "giusta", che è frustrato e confuso e alla fine del suo spirito e meritevole di qualche amore e attenzione se stessa. Ho compassione per me, e che fa la differenza.

La mia speranza è che un giorno mia figlia imparerà a trattare se stessa con lo stesso amore di sé quando è in un momento buio. Se non posso farlo per me, come posso sperare di insegnarle a farlo per se stessa?

Quindi questo è il motivo per cui medito in questi giorni, per gestire il caos che io faccia ogni mattina come un genitore. E per darmi l'amore che ho bisogno in modo da poter dare ancora di più l'amore con mia figlia.

Questo pezzo è stato originariamente pubblicato su Huffington Post.

Si può leggere di più al blog di Vanessa sua ricerca di Twitter @vanessaloder. Iscriviti alla nostra 30 Giorni di meditazione Sfida QUI.

Se si desidera avviare una pratica di meditazione, o espandere quello che già avete, provate questo libera da 10 giorni di meditazione Challenge. Ci vogliono solo 5 minuti al giorno - grande per i genitori impegnati o professionisti che lavorano a corto di tempo al mattino.