Cyberbullying provoca depressione, incubi e anoressia, mostra la ricerca | IT.DSK-Support.COM
Genitorialità

Cyberbullying provoca depressione, incubi e anoressia, mostra la ricerca

Cyberbullying provoca depressione, incubi e anoressia, mostra la ricerca

Cyberbullismo è una minaccia molto più pericolosi per i bambini di molti genitori pensano

Secondo lo studio Growing Up Online - Bambini Collegato, condotti da Kaspersky Lab e iconkids e Gioventù, cyberbullismo è una minaccia molto più pericolosi per i bambini di molti genitori pensano.

Le conseguenze per la maggioranza dei giovani vittime di molestie on-line sono seri problemi con la salute e la socializzazione.

Il cyberbullismo è intenzionale intimidazione, persecuzione o abuso che i bambini e gli adolescenti possono incontrare su Internet

È interessante notare che i bambini di età compresa tra otto a 16 sono più prudenti di questa minaccia che i loro genitori sono. Secondo lo studio, il 13% dei bambini e il 21% dei genitori considerano innocui. Allo stesso tempo, il 16% dei bambini intervistati sono più paura di essere vittima di bullismo online che offline, mentre la metà (50%) sono ugualmente paura sia nella vita reale e il bullismo virtuale.

load...

I genitori non dovrebbero sottovalutare i pericoli di cyberbullismo

Il cyberbullismo è una delle cose più pericolose che possono confrontarsi con un bambino su Internet

Bullismo su Internet gravemente colpito il loro benessere emotivo: I genitori di 37% delle vittime ha riferito bassa autostima, il 30% ha visto un peggioramento del loro rendimento scolastico, e il 28% ha citato la depressione. Inoltre, il 25% dei genitori ha dichiarato che cyberbullismo aveva interrotto il sonno dei loro figli e gli incubi provocati (21%). Un altro 26% dei genitori ha notato che il loro bambino aveva iniziato evitando il contatto con gli altri bambini, e il 20% scoperto il loro bambino aveva l'anoressia.

I bambini spesso nascondono episodi di cyberbullismo dai loro genitori

Proprio come preoccupanti sono le statistiche che mostrano che il 20% dei bambini ha assistito altri vittima di bullismo in linea e nel 7% dei casi anche partecipato in essa. L'indagine mostra che i bambini spesso nascondono episodi di cyberbullismo dai loro genitori, rendendo il compito di proteggerli ancora più complicato, anche se, per fortuna, non impossibile.

load...

Andrei Mochola, responsabile del Consumer Business di Kaspersky Lab, commenta: “Nel tentativo di proteggere i nostri bambini da pericoli, non dobbiamo dimenticare che non solo vivono nel mondo reale, ma anche nel mondo virtuale, che è altrettanto reale a loro. Su Internet, i bambini socializzare, imparare cose nuove, divertirsi e, purtroppo, incontrano situazioni spiacevoli. Il cyberbullismo è una delle cose più pericolose che possono affrontare un bambino su Internet, perché può avere un impatto negativo sulla loro psiche e causare problemi per il resto della loro vita. La soluzione migliore in questo caso è quello di parlare con il vostro bambino e di utilizzare software di controllo parentale che può avvisare l'utente di eventuali modifiche sospette alla loro pagina di social network.”

Informazioni su una soluzione tecnica a questi problemi può essere trovata al di Kaspersky Safe Kids.