Non mi conforto, devo piangere | IT.DSK-Support.COM
Genitorialità

Non mi conforto, devo piangere

Non mi conforto, devo piangere

Anche la comprensione, come faccio io, che l'espressione delle emozioni è normale, sano e importante per lo sviluppo dell'intelligenza emotiva di un bambino, il mio istinto materno ancora cercano di offrire comfort e sostegno ai miei figli quando sono sconvolti.

Voglio che sappiano che io sono lì per loro, che li sento e che ho capito

Più di questo, voglio avvolgere le mie braccia intorno a loro e tenerli stretti, permettendo loro lacrime in ammollo nella mia camicia. Voglio essere in grado di lenire le loro grida; essere una fonte di conforto per loro nel momento del bisogno. Voglio stare vicino a loro di essere in grado di asciugare quelle lacrime quando l'onda emotiva stanno guidando è passato.

Ma sto imparando che quando che colpisce onda, il tempismo è fondamentale quando si tratta di essere in grado di offrire comfort e, in alcuni casi, quando si trovano nei lanci di stress emotivo, il comfort è l'ultima cosa che vogliono o necessità.

load...

A volte, il comfort forniamo loro è un come una zattera di salvataggio che cercano di salvarli dalla profondità della loro onda, prematuramente. A volte abbiamo bisogno di ricordare che i nostri bambini non hanno bisogno di essere salvati dal loro onda, che sono più che in grado di guidarla fino alla fine e, a volte questo è esattamente ciò di cui hanno bisogno, per sentirsi meglio e andare avanti.

Non è personale

L'altro giorno, ho seguito la mia difficoltà di tre anni, Penny, nella sua camera da letto. Ha urlato a me di andare via, strisciato il suo 'Lamby' (blankie di sicurezza) con rabbia fuori delle mie braccia prima raccoglierlo e buttare fuori la porta della camera da letto. Poi ha cercato di spremere se stessa in un piccolo spazio tra la credenza e il suo armadietto per arrivare il più lontano possibile da me. Ho dovuto ricordare a me stesso che c'era un motivo valido per lei ancora una volta respingendo le mie offerte per il comfort; non era personale.

Ho un buon rapporto con Penny. Abbiamo godere della reciproca compagnia e hanno un legame profondo e vicino. In questo caso lei era sconvolta perché sua sorella le aveva detto che non avrebbe mai, mai, mai essere la sua migliore amica ancora una volta, che ricevo. Questo è difficile da ascoltare. Sente spesso, come immaturità limita il mio primogenito da affrontare con le proprie delusioni, senza sentire il bisogno di provocare la sorella a sentire lo stesso dolore.

load...

In altri casi, potrebbe essere che lei ha sbattuto il dito nella porta scorrevole, o lasciato cadere un libro sulla sua punta, o lei potrebbe essere sconvolto perché ho avuto di far rispettare un limite e lei ha dovuto fare qualcosa che non voleva a. In quest'ultimo caso, posso capire perfettamente perché lei si sarebbe arrabbiato con me e non il desiderio mio conforto, ma anche negli altri momenti, lei ha perfettamente ragione per fermarmi confortarla.

Vedete, alcune delle quali ha a che fare con la sua personalità. Lei è molto introverso e piace essere nella sua propria azienda. Il suo bisogno di spazio personale quando si gioca con gli altri è di solito abbastanza significativo.

Ma, più di questo, a volte vuole semplicemente a piangere; lei ha bisogno di piangere. Lei non vuole rischiare di avere qualcosa di farla sentire meglio prematuramente, prima che lei ha avuto la possibilità di sfruttare i benefici terapeutici di una buona, lungo grido.

Non mi conforto, ho bisogno di piangere

Siamo abituati a vivere con un bambino emozionale. La sorella maggiore di Penny, Lucy, indossa il suo cuore apertamente sulla sua manica. Esprime le sue emozioni in modo chiaro, pienamente e senza riserve. Raramente v'è tutta la domanda su ciò che è malato di lei, in quanto v'è di solito molto piccolo ritardo tra quando si sente prima l'emozione e quando lei lascia fuori per il mondo per ascoltare.

Le sue onde emotive sono ripide, con un picco molto simile a un oceano onda superficiale fa prima di scaricare verso il basso sulla sabbia sottostante. Lucy solito cerca conforto dalle sue onde. Fanno paura e lei ama sentirsi sicuro e protetto, mentre lei è sul giro. Una volta che l'onda è andato in crash, però, lei è su di esso e si sarebbe perdonato per pensare avevate immaginato il tutto, tale è il cambiamento nel suo comportamento.

Ma, mentre le emozioni di Lucy escono regolarmente durante il giorno in breve, scoppi taglienti, Penny spesso naviga attraverso il giorno in acque molto più calmo. Ci sono piccoli alti e bassi, ma la maggior parte di queste crociere da lei senza incidenti. Non è che lei non prova l'emozione in questi momenti, lei appena lo tiene sotto controllo, preferendo conservarlo all'interno invece di rilasciarlo come sua sorella lo fa con fiducia.

E 'quindi importante che Penny quando finalmente fa avere la possibilità di liberare quelle emozioni, lei è libero di farlo completamente. Lei deve fare la maggior parte di questi momenti. Quando si colpisce la sua onda emotiva, si gonfia in grassetto e in largo come le onde gonfie si potrebbe trovare nelle acque profonde sul mare mosso. Non esiste un vero picco di parlare di e nessun incidente inevitabile.

Spesso, quando l'estremità della sua onda si avvicina, Penny smetterà pianto, momentaneamente distratto dai suoi dintorni, che riprendono la vista una volta oscurato. Ha poi cercano disperatamente di recuperare la sua strada indietro sulla sua onda, costringendo di più grida, riluttante a lasciarlo finire troppo presto.

La differenza tra l'espressione emotiva delle mie due figlie è estrema. Mentre uno è felice di rilasciare con regolarità i suoi sentimenti e cerca il comfort, simpatia che si terrà mentre lavora attraverso di loro, l'altro sente le emozioni, ma li tiene dentro. Si attende quindi l'occasione più tardi per far fuori tutti in una volta.

Lei non vuole la comodità in questo momento, perché non tirarle sul morale prima che lei ha la possibilità di liberarsi di tutti loro. Ho solo bisogno di stare vicino e farle sapere che lei è capito, ma rispettare il suo bisogno di piangere e accettare che il suo rifiuto del mio conforto è sano e importante per la sua guarigione emotiva.

Quando so la sua onda è andato lungo (di solito perché ha iniziato a dedicarsi al gioco), andrò da lei e offrire le mie braccia. Essi saranno sempre lì per lei quando è pronto per loro. E 'tutta una questione di tempistica.

Si potrebbe anche godere di lettura:

Affrontare con esplosioni emotive di un bambino ~ Kate Russell (pacifici Genitori, Confident Kids)

Quando le emozioni estreme impadronirsi di una bambino ~ Kate Russell (pacifici Genitori, Confident Kids)

Sostenere un bambino emozionale: una guida passo passo per i genitori ~ Kate Russell (pacifici Genitori, Confident Kids)

Sfidando il silenzio (The Secret a coltivare resilienza emotiva) ~ Janet Lansbury (Janet Lansbury - elevazione Childcare)