Non so come fai questo ogni giorno & | IT.DSK-Support.COM
Genitorialità

Non so come fai questo ogni giorno &

Non so come fai questo ogni giorno &

“Forse saresti più felice se sei tornato a lavorare?”

Ho spazzolato un pezzo di capelli sciolti nuovamente dentro la mia coda di cavallo spettinato come una sola lacrima rotolò lungo la guancia. Le parole erano un pugnale al mio cuore fragile, come mio marito di sette anni ha continuato con cautela, “Sembra proprio come non sei... Felice”.

Stava camminando su ghiaccio sottile, cercando di risolvere un problema che non gli avevo chiesto di risolvere. Ero al ginocchio nella mia nuova vita come una mamma di due, e mi stava piegando sotto la pressione. I miei giorni ruotava intorno due cose: L'allattamento al seno un bambino e formazione vasino un bambino. Uno era la fame, l'altro è stato stitico - tutto il giorno, tutti i giorni. Sto parlando 09:00, 11:00, 03:38, nel pomeriggio, mi si può trovare in bagno lusinghe un bambino sul vasino con l'altro attaccato alla mia tetta. Aggiungere un paio di montagne di stoviglie e biancheria al suono di due bambini piangere, e, beh, stavo cominciando a sentire claustrofobico nella mia vita.

load...

E 'diventato una routine quotidiana nella nostra casa - mio marito ha camminato attraverso la porta alle 6:02 e ho prontamente fatto uscire due bambini fra le braccia, insieme a tre dozzine di lamentele, prima di chiudermi in bagno per 10 minuti di essere soli.

Ogni notte il mio principe azzurro ha assunto il dovere bambino come ho scaricato ogni particolare marcio della nostra giornata estenuante

Ho bisogno di sapere quanto sia difficile questo era, come sfinito ero diventato, come impoverito e senza speranza mi sentivo da 17:00. Le denunce volato fuori dalla mia bocca senza esitazione, racconti di sputo-up e non è riuscito pisolini e capricci nel negozio di alimentari e Cheerios schiacciati sotto il tavolo della cucina.

Avevo trasformato in grande tattletale del mondo, con i nostri bambini in prima linea del mio sproloquio quotidiano. Sono diventato il tipo di persona che non mi piace essere intorno - la vittima, la ragazza che piange più di lei ride. Non ho nemmeno mi riconosco in alcuni giorni. Chi era questa persona negativa lamentarsi 24/7? Avrei voluto fermarmi ma non ci riuscivo; le declamazioni venuto volare fuori dalla mia bocca come parola vomito.

load...

Probabilmente non è una sorpresa che a un certo punto mio marito chiedeva se sarei felice di tornare a un lavoro a tempo pieno fuori casa. Mentirei se dicessi che non avevo a volte chiesto anch'io.

La sua domanda è stata condanna, però, e mi ha fatto capire che il vero problema in casa nostra non era i bambini, il vero problema era il mio atteggiamento. Non era loro, che ero io. Era il mio rapporto quotidiano squilibrato, che era in qualche modo diventato il 90% negativo, il 10% positivo.

Il problema era il rapporto tra la storia che stavo raccontando.

***