Una freckle mi ha fatto innamorare tutti i miei ragazzi | IT.DSK-Support.COM
Genitorialità

Una freckle mi ha fatto innamorare tutti i miei ragazzi

Una freckle mi ha fatto innamorare tutti i miei ragazzi

William Blake ha visto il mondo in un granello di sabbia, e l'infinito in un fiore. Ecco una storia di una madre che ha visto l'amore in una lentiggine a portata di mano di un ragazzino, aprendo il suo cuore nuovo per la gioia e la meraviglia di una connessione che va oltre la mera carne e sangue. By Stacey Vee

Mi ero svegliato con l'alba, e strisciato a letto con la mia ancora dormendo di sette anni, per rubare una coccola quando l'ho visto. Un piccolo punto, nella tessitura del suo dito, era come se qualcuno avesse preso uno dei miei fineliners pilota e premuto un punto nero nella base del pollice.

Un lentiggine.

E 'mentre stavo riflettendo ciò che un senso di déjà vu insinuato su di me. Non ero solo guarda una lentiggine, ma la lentiggine. Quello che avevo scritto un intero post sul blog di quando Travis era un bambino. Quello che avevo incerato poetico come se fosse l'ottava meraviglia del mondo.

load...

Avevo dimenticato.

Per vergogna.

Quanto altro aveva tempo cancellato dalla lavagna dove ho avuto la più lunga lista di tutte le cose che amo di miei figli?

Quando Travis era un bambino, ero infatuata di lui, come solo una nuova madre può essere. I sgorgava di lui a tutti coloro che avrebbe chiesto, ho fatto i rumori goo goo-e facce stupide e gli diedi i nomi di amore del bambino come “il mio piccolo boo-boo-lah”. Era il centro del mio mondo.

load...

E poi Ryan è nato e il centro spostato in una nuova orbita. E poi Oliver è nato, e che l'orbita allargato un po 'di più in modo che tutti e tre i miei figli si adatterebbe all'interno del cerchio sul mio cuore.

E poi, e poi... Mentre siamo sulle metafore spaziali... L'orbita non si è fermata l'ampliamento.

Ho finito in una cintura di asteroidi disseminato di tutti i compiti banali della genitorialità. Imballaggio pranzi, la pianificazione cena, visite dei medici, inciampare giocattoli al buio, pulizia dopo vasino-formatori, incontri genitori-insegnanti, e oh-grandi-lune-di-Giove, le e-mail della scuola costanti e newsletter e le forme e compiti a casa e show-n-raccontare e ricordare quale ragazzo ha giorno libreria quando.

Non c'era tempo o l'energia per lentiggine Fissare.

Ero caduto per amore con i miei figli.

Oh, naturalmente amo-li amo - ma è una sorta costante di amore. Il palpito familiare di affetto quando li guardo salire la palestra giungla, o condividere un ghiacciolo. La quiete "ciao là, carne della mia carne" Mi sento al centro del mio essere, quando si avvolgono quelle braccia magre intorno a me in una feroce ragazzo-abbraccio. Il tipo di amore che si prende per scontato.

Quando ho visto di nuovo il lentiggine, mi sono ricordato di tutte le piccole gioie che compongono la maternità.

Ho strofinato il mio pollice delicatamente sopra che lentiggine mentre Travis dormiva, e l'ho visto, ho davvero visto con occhi nuovi, per la prima volta dopo tanto tempo. Non Travis che ha bisogno di me per firmare il suo libro compiti e confezionare in pantaloncini da bagno per il tempo spruzzata su Venerdì a scuola. Ma Travis, i cui capelli è spesso come di un orso, che ama i biscotti al caramello marie, e rotea il piede sinistro in senso antiorario quando è eccitato.

Più tardi quel giorno, stavo guardando un film con fratellini di Trav, un ragazzo sotto ciascuna delle mie braccia. Beh, stavano guardando il film, ma io li stava guardando (Sono sicuro che io non sono l'unico genitore che fa questo).

E poi l'ho visto. Un altro lentiggine, questo uno sulla mano di Ryan - non avevo mai notato prima. Ho cercato Oliver mani, ed una macchiolina troppo, non sulla sua mano, ma nell'incavo del suo polso. “Same-stesso!” Miei ragazzi avrebbero gridare.

Non sono le lentiggini, davvero. Sono Teeny post-it dall'universo ricordandomi per vedere realmente i miei figli, a guardare più da vicino. Sono il segno di punteggiatura alla fine di questa lettera d'amore.

Mi piace tutto di te, i miei ragazzi. Punto.