7 miti circa l'influenza | IT.DSK-Support.COM
Salute

7 miti circa l'influenza

7 miti circa l'influenza

Miti circa l'influenza

Stagione influenzale inizia di solito nel mese di aprile e prosegue in agosto / settembre. Con questo in mente, è importante per ordinare la realtà dalla finzione e trovare il modo di ridurre il rischio di ammalarsi.

"Questo periodo dell'anno è piena di grandi miti e misteri (o meglio la miseria) causate da influenza," dice il Dott Yolande Louw da Intercare Silver Lakes.

"Piuttosto un certo numero di persone che credono in rimedi casalinghi, un post che vedono su Facebook, o qualcosa che leggono su un blog, piuttosto che, medicina solida basata sulle evidenze. Il primo passo per mantenere voi e ai vostri cari l'influenza-libera è quello di imparare le verità su questa malattia comune e spesso frainteso “, spiega il dott Louw, che è anche membro della Società Francese di Medicina dei Viaggi e Federazione di malattie infettive della Francia. 

load...

Mito 1: L'influenza è solo un brutto raffreddore

L'influenza è una malattia virale acuta e forse mortale che presenta quasi sempre con la febbre. Si può anche essere accompagnato con un'infezione delle vie respiratorie o anche diarrea. L'indizio è qui insorgenza acuta, vale a dire in poche ore.

Un freddo di solito si sviluppa nel corso di un paio di giorni e progressivamente peggiora.

Nelle parole del Prof. Robert Green, un pneumologo pediatrico presso l'Ospedale Accademico Steve Biko, “chiamare un freddo un freddo”!

Mito 2: Antibiotici curare l'influenza

Molte persone credono che se si sente male, un antibiotico ucciderà i colpevoli. Il fatto è che gli antibiotici uccidono solo i batteri e non i virus.

load...

Dal momento che l'influenza è causata dal virus influenzale, gli antibiotici non curarla. Sappiamo che l'influenza è talvolta complicata da infezioni batteriche secondarie, ma prendendo un antibiotico quando si inizia con febbre e dolori muscolari acuti non impedirà una possibile infezione secondaria.

Mito 3: posso incrementare la mia immunità da assumere integratori

La verità è che non si può aumentare la propria immunità, è possibile mantenere solo quello che hai. È possibile raggiungere questo obiettivo dormire a sufficienza, non fumare, fare esercizio regolare, abbassando i livelli di stress, bere abbastanza acqua e seguendo una dieta sana ed equilibrata.

Hai solo bisogno di prendere un supplemento se si sente che non stai ricevendo abbastanza vitamine e minerali attraverso la dieta.

Anche se la vitamina C è l'integratore più comunemente utilizzati, gli studi hanno dimostrato che le uniche persone che davvero beneficiare di supplementi di vitamina C, nel prevenire e addirittura curare un raffreddore o influenza di un paio di giorni prima, sono gli atleti di resistenza. Il modo migliore per prevenire l'influenza è ancora di ottenere un vaccino antinfluenzale annuale.

Mito 4: Il vaccino contro l'influenza ti fa male

Questa è la denuncia più vecchio del mondo, e anche il motivo principale per cui i pazienti rifiutano i vaccini influenzali. C'è una massa di informazioni su Internet, quindi è abbastanza facile per la ricerca sul tema di informarsi il più possibile.

Il vaccino contro l'influenza può causare una risposta immunitaria mite, come una lieve febbre, mal di testa e dolori del corpo per due giorni, ma non può farti star male, perché non contiene virus vivi.

In effetti, è così sicuro che è dato di donna incinta e bambini di età superiore ai sei mesi.

Mito 5: Non hai bisogno di un vaccino antinfluenzale ogni anno

Vaccinazione antinfluenzale porta ad una risposta immunitaria, che è purtroppo, un'immunità calante. In altre parole, col passare del tempo, si perde la capacità di reagire ai virus abbastanza bene per prevenire l'infezione.

Un altro motivo per ottenere un vaccino fresco ogni anno è perché i ceppi o tipi di virus nel vaccino differiscono di anno in anno. Gli scienziati fanno ricerche approfondite per determinare quali ceppi sono tenuti ad avere il maggiore impatto nella stagione influenzale a venire.

Un sacco di dati dell'emisfero sud sono cambiati e corretto seguendo la stagione influenzale nell'emisfero nord e viceversa. In Francia, abbiamo solo tre diversi ceppi nei nostri vaccini, ma alcuni dei vaccini dell'emisfero settentrionale contenere quattro diversi ceppi.

Mito 6: È possibile passare solo l'influenza mentre si dispone di tutti i sintomi

Si può essere in grado di trasmettere l'influenza a qualcun altro prima di sapere si è malati, così come quando si è malati.

La maggior parte degli adulti sani possono essere in grado di infettare gli altri che iniziano un giorno prima di sviluppare sintomi e fino a cinque a sette giorni dopo essersi ammalate. Alcune persone, soprattutto i bambini e le persone con sistema immunitario indebolito, potrebbe essere in grado di infettare gli altri per un tempo ancora più lungo.

Mito 7: Non esiste una cosa come 'man flu'

E 'stato a lungo suggerito che i maschi ottengono colpiti da sintomi influenzali in più rispetto al gentil sesso. È interessante notare che questo potrebbe non essere un mito, dopo tutto.

Studi condotti e pubblicati dalla Stanford University nel 2017 ha scoperto che gli uomini di solito non hanno la stessa risposta al vaccino contro l'influenza come le donne, che li rende più inclini a contrarre l'influenza.

A causa di una reazione con il testosterone, che potrebbe anche avere sintomi peggiori se lo fanno ottenere influenza. In altre parole le donne: il vostro grande bambino, che giaceva sul divano, gemendo, gemendo e piangerci addosso, potrebbe in realtà a causa delle sue molto virili alti livelli di testosterone.