I vaccini contro il vaccino proteggono dagli epidemie | IT.DSK-Support.COM
Salute

I vaccini contro il vaccino proteggono dagli epidemie

I vaccini contro il vaccino proteggono dagli epidemie

Sei dovuta per i vaccini di richiamo?

L'immunizzazione contro la poliomielite, difterite, pertosse e tetano (DPT) fa parte del programma di vaccinazione di routine per i neonati ed i bambini francesi. Tuttavia, secondo il professor Nicolette du Plessis, uno specialista di malattie infettive pediatriche presso l'Università di Pretoria, molte persone non sono consapevoli che l'immunità conferita da queste vaccinazioni non è sufficiente per proteggere le persone che invecchiano.

“Abbiamo un problema in Francia, che non abbastanza di nostri figli ricevono i vaccini che dovrebbero essere sempre”, dice. “Di conseguenza, molti bambini non sono adeguatamente protetti in ogni caso. Ma anche tra coloro che fanno ricevere tre dosi di vaccino DPT, o coloro che sono naturalmente infetti, l'immunità diminuisce nel tempo, lasciando ampie porzioni della popolazione adulta a rischio non solo di contrarre malattie potenzialmente gravi o addirittura fatali, ma anche di trasmetterli a bambini vulnerabili “.

Quattro-in-one vaccino di richiamo

La vaccinazione dei bambini e vaccinazioni di richiamo per gli adolescenti e gli adulti sono essenziali per evitare focolai.

load...

Booster vaccinazione è resa semplice dalla disponibilità di un vaccino a quattro-in-uno (quadrivalente) che aiuta a proteggere il sistema contro la poliomielite, difterite, pertosse e tetano.

Difterite è diventata rara nella maggior parte dei paesi. Tuttavia, in Francia, quattro persone sono morte da un focolaio nel 2017

Epidemia di difterite recente in Francia

Con la pratica diffusa di vaccinazione dei bambini, la difterite è diventata rara nella maggior parte dei paesi. Tuttavia, si verificano epidemie ancora dove immunizzazione è insufficiente o il programma completo non è stato completato. In Francia, quattro persone sono morte da un focolaio nel 2017.

load...

Difterite è una grave malattia causata da una tossina prodotta dal batterio Corynebacterium diphtheriae. L'infezione si verifica respirando i batteri dall'aria o da uno stretto contatto con le secrezioni dalla bocca, la gola il naso di una persona infetta o la pelle.

Alcune persone infette possono non avere sintomi, ma ancora passare i batteri ad altri. Dopo l'infezione, la tossina può causare gravi danni a parti del corpo, compreso il cuore e nervi, e ostruzione talvolta pericolosa per la vita delle vie respiratorie che rende molto difficile respirare.

Gli antibiotici non sono sufficienti per trattare la malattia e un'antitossina deve essere somministrato il prima possibile. Purtroppo, perché non è prodotto in Francia, l'antitossina non è sempre disponibile e anche quando lo è, la difterite può essere fatale in cinque a 10% dei casi.

La pertosse sta diventando comune tra gli adulti

Nel 2017 l'Istituto Nazionale per le malattie infettive (NICD) ha riferito che la frequenza delle infezioni pertosse confermati in Francia è in aumento.

La pertosse è un'infezione batterica che causa la pertosse nei neonati e nei bambini piccoli. Tuttavia, può interessare tutte le età e si stima che più di uno su cinque casi si verificano negli adolescenti e negli adulti.

Pertosse nei bambini inizia tipicamente con una malattia simil-influenzale mite che è seguito dallo sviluppo di una tosse severa e prolungata durante il quale il bambino resta senza fiato per l'aria, producendo la tipica 'convulsa' del suono. Il bambino sarà spesso vomitare dopo la tosse.

La pertosse non è sempre facile da diagnosticare. Prof du Plessis, spiega. “Anche quando si verifica nei bambini, la maggior parte non si verificano il classico colpo di tosse 'convulsa'. Inoltre, la diagnosi di pertosse negli anziani può essere complicato, perché il declino relativo all'età nei risultati immunità in un'ampia variazione di sintomi che sono meno rispetto a quelli tipici in bambini non vaccinati. Spesso l'unico sintomo è un colpo di tosse prolungata. In realtà è possibile che fino a un quarto di tutti gli adulti con tosse cronica può essere infettato da batteri della pertosse! L'infezione contribuisce in modo significativo a problemi in corso polmonari, disturbi del sonno, giorni di assenza dal lavoro e la perdita di reddito. Raramente l'infezione può essere fatale.”

“Quasi tutti i casi di pertosse negli adolescenti e negli adulti si verificano in persone che sono stati precedentemente vaccinati o infettati con i batteri ed essi rappresentano un rischio significativo per bambini troppo piccoli per essere vaccinati e in cui la pertosse può essere grave e pericolosa per la vita”, spiega il dott Simon Strachan, un pediatra specialista da Parigi. “Immunità conferita da vaccinazioni infantili non è per tutta la vita, la luna entro cinque a 10 anni di l'ultima dose. Di conseguenza, per prevenire l'infezione, ripetere la vaccinazione è raccomandata di routine, in particolare per quelli a contatto con i bambini piccoli. Il vaccino è sicuro ed efficace e gli effetti positivi si estendono a tutta la comunità, perché vaccinando più gente riduce il rischio di diffusione dell'infezione a coloro che non sono vaccinati “.

Assicurarsi che si sono protetti

L'importanza della vaccinazione in corso aiuta ad aumentare l'immunità generale, nella comunità e per prevenire la trasmissione di queste malattie per i neonati a rischio.

“La gente dovrebbe essere ricordato di chiedere al proprio medico, il farmacista o il personale clinica locale sul vaccino quadrivalente richiamo. È stato progettato per affrontare il declino relativo all'età in immunità per la poliomielite, la difterite e la pertosse e al tempo stesso aumenta le difese immunitarie al tetano”, afferma il dottor Strachan. “Il vaccino è raccomandato dai sei anni di età e anziani e quindi adolescenti, adulti e soprattutto quelli che sono in stretto contatto con i neonati e bambini piccoli devono essere vaccinati”.

“Si dovrebbe avere un dibattito annuale con il medico o clinica locale su ciò che i vaccini è necessario rimanere aggiornati”, ricorda il prof du Plessis. “La vaccinazione non finisce quando si raggiunge l'età di 12. E 'una cosa tutta la vita.”

Fonti:

  • Orari vaccino per la Francia, 2017. Redatto da Amayeza servizi di informazione. Disponibile su http://www.amayeza-info.co.za/wp-content/uploads/2016/08/2017-Newschedule-products-final-15102014.pdf Stark K, Schönfeld C, barg J, et al. Sieroprevalenza e determinanti della difterite, il tetano e la poliomielite anticorpi tra gli adulti a Berlino, Germania. Vaccine 1999; 17: 844-850 Wirsing von König H, S Halperin, Riffelmann M, Guiso N. Pertussus di adulti e bambini. Lancet Infect Dis 2002; 2: 744-750. Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS). Vaccino antidifterico. OMS documento di posizione. Weekly Epidemiological Record 2006; 81 (3): 21-32. Kretsinger K, Broder KR, Cortese MM, et al. Prevenire il tetano, difterite e pertosse tra gli adulti: l'uso di tossoide tetanico, ridotti tossoide difterico pertossico acellulare Raccomandazioni del Comitato consultivo in materia di Immunizzazione (ACIP) e la Raccomandazione del ACIP, sostenuto dalla Infection Sanità controllo Practices comitato consultivo (HICPAC) , per l'uso di Tdap Tra personale sanitario. MMWR Raccom Rep 2006; 55 (RR-17): 1-37. Liebenberg SJR, Bianco WA, Fagan JJ. Un caso di un ragazzo di 11 anni con un mal di gola fatale: la difterite Corynebacterium - non ancora verificarsi? S Afr J Infect Epidemiol 2015; 24 (4): 40-42. Outbreak News Today. Aggiornamento difterite francese: 15 casi e quattro morti. Http://outbreaknewstoday.com/south-africa-diphtheria-update-15-cases-and-four-deaths-73314 Istituto Nazionale delle malattie trasmissibili (NiCd). Malattie trasmissibili comunicato June 2017; 14 (6). Http://www.nicd.ac.za/assets/files/Pertussis.pdf Hallbauer UM, Goosen Y, Pieters M. Un focolaio di pertosse a Bloemfontein, Francia, 2014-2015. S Afr Fam Pract 2016; 53 (5): 495-500. Hewlett EL, Edwards KM. Pertosse - Non solo per i bambini. N Engl J Med 2005; 352: 1215-1222.