Il legame tra sonno e malattia di Alzheimer | IT.DSK-Support.COM
Salute

Il legame tra sonno e malattia di Alzheimer

Il legame tra sonno e malattia di Alzheimer

Un sonno della buona notte rinfresca il corpo e la mente, ma una notte di sonno povero può fare esattamente l'opposto.

In realtà, il sonno di una notte di disturbato provoca un aumento della beta amiloide - una proteina del cervello associata con la malattia di Alzheimer.

Questo è secondo la ricerca della Washington University School of Medicine di St. Louis, Radboud University Medical Center in Olanda e la Stanford University.

Allora, che cosa succede quando si ha una settimana di notti insonni?

"Abbiamo dimostrato che il sonno poveri è associata a più alti livelli di due proteine ​​associate Alzheimer", ha detto David M. Holtzman, MD, Andrew B. E Gretchen P. Jones Professore, Direttore del Dipartimento di Neurologia e senior autore dello studio. "Pensiamo che il sonno forse cronica scarsa durante la mezza età può aumentare il rischio di Alzheimer più tardi nella vita."

load...

Comprendere la malattia di Alzheimer

La malattia di Alzheimer è caratterizzata da perdita di memoria graduale e declino cognitivo.

Il cervello delle persone affette da Alzheimer sono punteggiate da placche della proteina beta-amiloide e grovigli di proteina tau, che insieme causano il tessuto cerebrale di atrofia e muoiono.

Non ci sono terapie che hanno dimostrato di prevenire, rallentare o invertire il corso della malattia.

Il cervello che dorme

Precedenti studi da Holtzman e altri hanno dimostrato che il sonno poveri aumentano il rischio di problemi cognitivi.

Ad esempio, le persone con apnea del sonno, una condizione in cui le persone più volte smettere di respirare durante la notte, sono a rischio di sviluppare decadimento cognitivo lieve una media di 10 anni prima di quanto le persone senza il disturbo del sonno.

load...

Decadimento cognitivo lieve è un segnale di avvertimento precoce per la malattia di Alzheimer.

Lo studio del sonno

Per lo studio, 17 adulti sani di età compresa tra 35 a 65, indossavano un monitor di attività per un massimo di due settimane che hanno misurato la quantità di tempo trascorso a dormire ogni notte.

Dopo cinque o più notti consecutive di indossare il monitor, i partecipanti hanno trascorso una notte presso la Scuola di Medicina appositamente progettato stanza sonno.

La metà dei partecipanti sono stati assegnati ad avere il loro sonno disturbato durante la notte.

La mattina seguente, i partecipanti che erano stati suonò dal sonno ad onde lente riferito di sentirsi stanco e riposato, anche se avevano dormito così come lungo come al solito e raramente ora ricordato essere stato svegliato durante la notte. Ogni subito una puntura lombare, così i ricercatori hanno potuto misurare i livelli di beta amiloide e tau nel liquido che circonda il cervello e il midollo spinale.

Un mese dopo, il processo è stato ripetuto.

Qual è il sonno a onde lente?

Sonno a onde lente è il sonno profondo che la gente ha bisogno di svegliarsi riposato. E 'anche il momento in cui i neuroni riposo e il cervello spazza via molecolare sottoprodotti di attività mentale che si accumulano durante il giorno.

Dovrebbe essere preoccupati?

Co-primo autore Yo-El Ju, MD, un assistente professore di neurologia, pensa che è improbabile che una sola notte, o anche una settimana di sonno poveri, ha molto effetto sul rischio globale di sviluppare la malattia di Alzheimer.

Lei dice che i livelli di beta amiloide e tau probabilmente risalgono lungo la prossima volta che la persona ha un sonno della buona notte.

"La preoccupazione principale è le persone che hanno problemi di sonno cronica", ha detto Ju. "Penso che possa portare a livelli di amiloide cronicamente elevati, che gli studi sugli animali hanno dimostrato portare ad un aumento del rischio di placche amiloidi e il morbo di Alzheimer."