Il primo trapianto bilaterale del mondo su un bambino | IT.DSK-Support.COM
Salute

Il primo trapianto bilaterale del mondo su un bambino

Il primo trapianto bilaterale del mondo su un bambino

Primo trapianto bilaterale mano sul bambino

I chirurghi presso l'Ospedale dei bambini di Filadelfia (CHOP) sono uniti con i colleghi di Penn Medicine di recente per completare primo trapianto di mano bilaterale a livello mondiale su un bambino.

Il team chirurgico trapiantato con successo mani dei donatori e gli avambracci sulla otto anni Zion Harvey che, molti anni prima, aveva amputazione subita delle sue mani e dei piedi e un trapianto di rene a seguito di una grave infezione.

Un intervento chirurgico di 10 ore

Guidati da L. Scott Levin, MD, FACS, presidente del Dipartimento di Chirurgia Ortopedica presso la Penn Medicina, Direttore del Trapianto programma a mano presso l'ospedale dei bambini di Filadelfia, e Professore di Chirurgia (Divisione di Chirurgia Plastica) presso la Scuola Perelman di medicina presso l'Università della Pennsylvania, un team multidisciplinare di 40 membri hanno partecipato al trapianto chirurgico di 10 ore.

load...

"Questo intervento è il risultato di anni di formazione, seguita da mesi di pianificazione e preparazione da una squadra notevole", ha detto Levin. "Il successo di primo trapianto di mano bilaterale della Penn su un adulto, eseguita nel 2017, ci ha dato una fondazione per adattare le tecniche intricate e piani coordinati necessari per eseguire questo tipo di procedura complessa su un bambino. CHOP è uno dei pochi posti al mondo che offrono le capacità necessarie per spingere i limiti della medicina per dare un bambino un drastico miglioramento della qualità della vita."

Durante l'intervento, le mani e gli avambracci dal donatore sono state allegate collegando ossa, vasi sanguigni, nervi, muscoli, tendini e la pelle. L'equipe chirurgica è stata divisa in quattro squadre operative simultaneamente, due focalizzato sugli arti dei donatori, e due incentrati sul destinatario. In primo luogo, le ossa dell'avambraccio, radio e ulna, erano collegati con piastre e viti in acciaio. Successivamente, tecniche chirurgiche microvascolari sono stati usati per collegare le arterie e le vene. Una volta che il flusso di sangue è stata stabilita attraverso i vasi sanguigni ricollegato, chirurghi riparati singolarmente e ricongiunto ogni muscolo e tendine. I chirurghi poi riattaccati i nervi e poi chiusi i siti chirurgici.

Zion continua a ricevere i farmaci immunosoppressori al giorno per prevenire il suo organismo rigetti le nuove arti, così come il suo rene trapiantato. Il team clinico si aspetta Sion per trascorrere diverse settimane in unità di riabilitazione di CHOP, e quindi di essere dimesso a casa sua a Baltimora. Il dottor Levin e il suo team continueranno a seguire Zion mensile nel breve termine e poi annualmente per tutta la sua vita.

load...

Non vede l'ora di lanciare un pallone da calcio

Zion Harvey è un luminoso di otto anni che ha detto ai suoi medici che non vede l'ora di lanciare un giorno un gioco del calcio.

Un bambino felice e in uscita, si è adattato bene alla vita senza mani, imparare a mangiare, scrivere e anche giocare con i videogiochi. Ha capito modi per eseguire la maggior parte delle attività di altri bambini della sua età può fare.

Sion ha ricevuto le protesi per i suoi piedi ed è in grado di camminare, correre e saltare in assoluta indipendenza. Dopo il suo ultimo intervento chirurgico e dopo la sua imminente riabilitazione, si prevede che Sion sarà finalmente ottenere il suo desiderio di gettare un calcio.