La carenza di vitamina D legata alla demenza | IT.DSK-Support.COM
Salute

La carenza di vitamina D legata alla demenza

La carenza di vitamina D legata alla demenza

La carenza di vitamina D è associata ad un sostanziale aumento del rischio di demenza e malattia di Alzheimer nelle persone anziane, secondo un nuovo studio.

Aumento del rischio di demenza e malattia di Alzheimer

Un team internazionale, guidato dal dottor David Llewellyn presso l'Università di Exeter Medical School, ha scoperto che i partecipanti allo studio che erano gravemente carenti di vitamina D sono stati più di due volte più probabilità di sviluppare la demenza e malattia di Alzheimer.

La demenza è una delle più grandi sfide del nostro tempo, con 44 milioni di casi in tutto il mondo - un numero destinato a triplicare entro il 2017 a causa del rapido invecchiamento della popolazione. Un miliardo di persone in tutto il mondo si pensa di avere bassi livelli di vitamina D e di molti adulti più anziani potrebbero verificarsi salute più poveri come risultato.

load...

Fonti di vitamina D

La pelle degli anziani può essere meno efficienti nel convertire la luce solare in vitamina D, che li rende più propensi a essere carenti e affidamento su altre fonti. In molti paesi la quantità di radiazioni UVB in inverno è troppo bassa per consentire la produzione di vitamina D.

Lo studio di sei anni

Il team ha studiato anziani americani che hanno preso parte al Cardiovascular Health Study. Lo studio ha esaminato 1 658 adulti di età 65 anni e oltre, che erano in grado di camminare senza aiuto ed erano liberi da demenza, malattie cardiovascolari e ictus all'inizio dello studio. I partecipanti sono stati poi seguiti per sei anni a indagare che ha continuato a sviluppare la malattia di Alzheimer e altre forme di demenza.

Hanno scoperto che gli adulti nello studio che erano moderatamente carenti di vitamina D avevano un 53 per cento aumentato rischio di sviluppare la demenza di qualsiasi tipo, e il rischio aumenta al 125 per cento in coloro che erano gravemente carenti.

load...

Risultati simili sono stati registrati per la malattia di Alzheimer, con l'moderatamente carente gruppo il 69 per cento più probabilità di sviluppare questo tipo di demenza, saltando ad un aumento del rischio 122 per cento per coloro che sono gravemente carenti.

"Ci aspettavamo di trovare un'associazione tra bassi livelli di vitamina D e il rischio di demenza e malattia di Alzheimer, ma i risultati sono stati sorprendenti - in realtà abbiamo trovato che l'associazione era due volte più forte come abbiamo anticipato, ha detto il dottor Llewellyn.

La ricerca è il primo grande studio per indagare la relazione tra vitamina D e rischio di demenza in cui la diagnosi è stata fatta da un team di esperti multidisciplinare, utilizzando una vasta gamma di informazioni, tra cui neuroimaging. La ricerca precedente ha stabilito che le persone con bassi livelli di vitamina D sono più probabilità di andare a sperimentare problemi cognitivi, ma questo studio conferma che questo si traduce in un notevole aumento del rischio di malattia di Alzheimer e la demenza.

"Gli studi clinici sono ora necessari per stabilire se mangiare alimenti come il pesce azzurro o l'assunzione di integratori di vitamina D può ritardare o anche prevenire l'insorgenza della malattia di Alzheimer e la demenza. Dobbiamo essere prudenti in questa fase iniziale ed i nostri ultimi risultati non dimostrano che bassi livelli di vitamina D causare demenza. Detto questo, i nostri risultati sono molto incoraggianti, e anche se un piccolo numero di persone che potrebbero beneficiare, ciò avrebbe enormi implicazioni per la salute pubblica data la natura devastante e costoso di demenza. Ha detto il dottor Llewellyn.

Letture consigliate: Potrebbe vostra dieta ora prevenire la demenza più tardi? e può aerobica ridurre il rischio di demenza nelle donne?