Risposte alle domande relative alla carne e al cancro | IT.DSK-Support.COM
Salute

Risposte alle domande relative alla carne e al cancro

Risposte alle domande relative alla carne e al cancro

Carne e cancro collegamento

La scorsa settimana il braccio cancro dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, l'Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (IARC), ha annunciato che il consumo di carni lavorate e rosso è associato ad un aumentato rischio di cancro del colon-retto.

Il professor Vikash Sewram, il Direttore della Francia Cancer Institute presso la Facoltà di Stellenbosch University di Medicina e Scienze della Salute, che presiede anche il comitato consultivo francese ministeriale per la prevenzione e il controllo del cancro, risponde ad alcune domande difficili su questo importante annuncio.

Chi ha fatto la valutazione?

La valutazione è stata parte del programma Monografie della IARC, che è stato coinvolto dal 1971 in valutazione dei rischi cancerogeni per gli esseri umani - che si tratti di esposizione a sostanze chimiche, miscele complesse, agenti biologici, esposizioni professionali o fattori di stile di vita.

load...

Il processo è estremamente rigoroso e rappresentanti delle agenzie nazionali e osservatori del settore sedersi in discussione, per garantire che il processo di valutazione è robusto, equo e senza alcun conflitto di interesse.

Una volta che la prova è stata valutata e un consenso raggiunto, l'agente è classificato in una delle cinque categorie:

  • Gruppo 1: cancerogeno per gli esseri umani Gruppo 2A: probabilmente cancerogeni gruppo 2B: cancerogeno Gruppo possibilmente 3: non classificabile come cancerogenicità Gruppo 4: probabilmente non cancerogeno per gli esseri umani

Il rischio di sviluppare il cancro deriva da sostanze chimiche che sono prodotte dalla lavorazione delle carni e dalla cottura.

load...

Ad oggi 481 agenti sono stati identificati sia come cancerogene, probabilmente cancerogeno, o possibilmente cancerogeni. Queste informazioni e la revisione autorevoli delle prove è importante, in quanto permette alle agenzie sanitarie nazionali nei paesi a utilizzare queste informazioni come supporto scientifico per le loro azioni per prevenire l'esposizione a potenziali agenti cancerogeni.

Carne e rischio di cancro: che cosa fa l'evidenza mostra?

L'IARC ha valutato due tipi di carne: carni lavorate (ad esempio carne e sottoprodotti che sono stati trasformati attraverso interventi di salatura, stagionatura, la fermentazione, fumare o l'aggiunta di conservanti) e carne rossa (manzo, agnello, maiale, vitello, carne di pecora, cavallo e capra).

Un gruppo di lavoro di 22 esperti provenienti da 10 paesi ha valutato le prove da 800 studi e ha scoperto che carni lavorate è cancerogena per l'uomo (gruppo 1), in quanto non vi sono prove sufficienti da studi epidemiologici e meccanicistici da tutto il mondo che mostrano trasformati a base di carne consumo provoca colon-retto cancro.

Red consumo di carne è stato classificato come probabilmente cancerogena per l'uomo (gruppo 2A) sulla base di evidenze epidemiologiche limitata negli esseri umani, anche se c'era una forte evidenza per sostenere gli eventi meccanicistici che portano al cancro.

Un statisticamente significativa relazione dose-risposta è stata trovata dove per ogni porzione da 50 grammi di carne lavorata mangiato al giorno, il rischio di sviluppare il cancro è aumentato del 18%. Tuttavia, il rischio a seguito di una porzione da 100 grammi l'assunzione di carne rossa al giorno è aumentato del 17%.

La classificazione di carne lavorata rientra nella stessa categoria di alcol, fumo di tabacco, amianto, HIV, ecc Tuttavia, è importante che tutti questi agenti, nota mentre nello stesso gruppo, non lo stesso livello di pericolosità tutti condividono. Ad esempio, il rischio di sviluppare il cancro come risultato di fumare o di essere esposti al fumo di tabacco di seconda mano è superiore a quella associata al consumo di carne rossa. E una persona sieropositiva ha un rischio maggiore di sviluppare un cancro all'AIDS, che il rischio di sviluppare il cancro dal consumo di carne.

Perché c'è un legame tra consumo di carne e cancro?

Il rischio di sviluppare il cancro deriva da sostanze chimiche che sono prodotte dalla lavorazione delle carni e dalla cottura. Ad esempio, la cottura ad alte temperature o immissione carne in contatto diretto con una fiamma può produrre alcuni tipi di sostanze chimiche che possono danneggiare il DNA. Queste sostanze chimiche sono noti come cancerogeni. Alcuni possibili spiegazioni per il collegamento con gli alimenti trasformati sono i seguenti:

    Conservanti includono sostanze chimiche note come i nitrati, che vengono aggiunti ad alcune carni trasformate e hanno dimostrato in alcuni studi per la produzione di N-nitrosammine durante la cottura - molecole che causano il cancro. Il processo di fumo porta alla carne essere contaminati con sostanze chimiche cancerogene del fumo stesso, noto come gli idrocarburi policiclici aromatici (IPA). Quando la carne è cotta ad alte themperatures, IPA e altre sostanze chimiche cancerogene note come ammine aromatiche eterocicliche (HAA), si formano e questi DNA danni chimici. Pan-frittura, friggere, grigliare e barbecue produce la più alta quantità di queste sostanze chimiche.

 Dovrei smettere di mangiare carne?

La decisione di smettere di mangiare carne è una scelta personale. Anche se la carne si dice che sia una buona fonte di proteine, contiene gli aminoacidi essenziali, è ricco di ferro, zinco e selenio e contiene le vitamine A, B e D, è comunque ad alto contenuto di grassi saturi e colesterolo, e non ha alcuna fibra , che sono legati a aumento di peso, e aumento del rischio di malattie cardiache.

I consumatori sono invitati a moderare la loro assunzione di carne. Mangiare porzioni giornaliere di carne rossa e trasformati non è consigliabile. Una dieta equilibrata a base vegetale, un po 'di carne e regolare esercizio fisico è l'obiettivo, al fine di avere una vita sana.

Le priorità per la prevenzione del cancro e di altre malattie non trasmissibili rimangono cessazione del fumo, riduzione del consumo di alcol, la manutenzione del peso corporeo normale ed equilibrato, la nutrizione a base vegetale.

Colon-retto e della prostata in Francia: cosa ci dicono le statistiche?

Gli ultimi dati del Registro Nazionale contro il cancro rivela che il cancro della prostata rimane in cima alla lista dei tumori, con un tasso di incidenza di 29,90 al 100 000. Uno in 27 uomini si svilupperà il cancro alla prostata nel corso della loro vita.

Il cancro colorettale presenta molto più bassa, con un tasso di incidenza di 7.55 e 4.77 per 100 000 nei maschi e nelle femmine, rispettivamente. Questo si traduce in uno in 114 maschi e uno in 182 donne in via di sviluppo del cancro colorettale nella loro vita.

Il cancro alla prostata è più comune nella popolazione caucasica, mentre il cancro del colon-retto è alta tra le popolazioni caucasiche e asiatiche.

Ridurre l'assunzione di carne è un buon modo di minimizzare i rischi. Mentre la prevenzione primaria attraverso uno stile di vita sano continua ad essere sostenuto, la diagnosi precoce rimane il fondamento per il trattamento e risultati di successo.