Zenzero: dalla malattia infantile fino alla condizione adulta | IT.DSK-Support.COM
Salute

Zenzero: dalla malattia infantile fino alla condizione adulta

Zenzero: dalla malattia infantile fino alla condizione adulta

Quello che c'è da sapere sulla herpes zoster

Se si pensa che la varicella è una malattia infantile che non si può colpire in età adulta, soprattutto se si ha il virus come un bambino, ripensateci. Circa il 95% degli adulti sono a rischio di sviluppare il “fratello maggiore” di varicella - che si chiama herpes zoster.

E se avete pensato la varicella è stato male, non si vuole incontrare l'herpes zoster, e sicuramente non si vuole incontrare il suo compagno dolorosa, post-herpeticneuralgia (PHN)!

“E 'stato il peggior dolore che abbia mai provato. Non ho mai preso tempo dal lavoro prima, anche quando mi sentivo poco bene, ma questa volta non ho potuto andare al lavoro. E 'stato così dolente al tatto che non riuscivo nemmeno a mettere i miei vestiti. Ho anche provato a mettere la schiena nel congelatore per vedere se sarebbe d'aiuto! Ma non ha fatto - non serviva a niente. E 'stato come una tortura profonda.”Questo è secondo Leanne *, una donna che ha contratto l'herpes zoster, e in seguito la nevralgia post-erpetica o PHN, nel suo 50s.

load...

Che cosa è l'herpes zoster?

Una volta che il focolaio iniziale si è abbassata, il virus si ritira in gangli delle radici dorsali - il nervo sensoriale che fornisce la pelle - in cui può rimanere latente per anni; fino a quando non viene riattivato come “fratello maggiore”, l'herpes zoster.

Non c'è modo di sapere chi svilupperà herpes zoster, ei medici non sanno che cosa fa scattare il virus di riattivare, ma quello che so è che l'incidenza di herpes zoster aumenta con l'avanzare dell'età. Tra il 10 e il 20% degli adulti avranno l'herpes zoster durante la loro vita, e questa cifra aumenta notevolmente al 50% per quelli di età superiore ai 85.

Il virus è anche più comune tra le persone che sono immunocompromessi, come quelli che hanno l'HIV / AIDS, o sono stati sottoposti a chemioterapia o ha avuto un trapianto d'organo.

load...

Quali sono i sintomi?

L'herpes zoster di solito inizia con sensazioni cutanee anomale localizzate, che vanno dal formicolio e intorpidimento, prurito, bruciore e dolore. Può essere accompagnata da mal di testa, febbre, brividi, disturbi di stomaco e una sensazione generale di malessere.

Da 48 a 72 ore, un rash varicella-simile sviluppa, a partire da chiazze rosse che poi formano grappoli di piccole vescicole, che iniziano ad asciugare e crosta tre a cinque giorni quando compaiano.

La caratteristica è che è limitato a destra oa sinistra del corpo, e non attraversa la linea mediana.

Il dolore associato a herpes zoster varia considerevolmente da paziente a paziente, ma in alcuni anche il minimo contatto o brezza provoca spasmi lancinanti.

In generale, l'herpes zoster è di breve durata e la malattia segue il suo corso più di dieci giorni, anche se la pelle può richiedere più tempo per recuperare. 

Che cosa è post-herpeticneuralgia (PHN)?

Per i pochi sfortunati, tuttavia, il virus può persistere, causando cronica e in corso dolore che persiste a lungo dopo le lesioni sono guarite. Questo si chiama la nevralgia posterpetica o PHN, che è caratterizzata da “inesorabile acuto, bruciore, dolore lancinante, capace di rendere anche le attività più umili della vita quotidiana, come fare il bagno e spogliatoio, insopportabile ".

PHN è di particolare importanza con l'aumentare dell'età, perché si stima che la metà di quegli individui che sviluppano herpes zoster di età superiore ai 50, svilupperà anche PHN.

Sia l'incidenza e la durata di PHN è direttamente correlata all'età del paziente. Rispetto ai pazienti più giovani, quelli oltre i 50 anni, sperimentano una prevalenza di dolore che è di 15 a 27 volte superiore, a 30 e 60 giorni, rispettivamente. 

Il dolore sembra essere a causa di danni ai nervi sensoriali, con conseguente dolore neuropatico, che è intermittente e spesso non in correlazione con eventuali stimoli esterni. A causa di questo, molti pazienti pensano che stanno immaginando il loro dolore, causando confusione e insicurezza. Ma il dolore è reale, e spesso in modo cronica che provoca disturbi del sonno, colpisce funzionamento di base così come le attività ricreative, e si traduce spesso in depressione clinica.

Non è raro per PHN al risultato in una perdita di autonomia e indipendenza nei pazienti anziani. Conseguente il ritiro, l'isolamento e, talvolta, può verificarsi anche istituzionalizzazione.

Il dolore può persistere per mesi, e, occasionalmente anni. In uno studio su pazienti di età superiore ai 65 anni, la durata media del dolore è risultata essere 3,3 anni, ma può estendersi a più di 10 anni!

Esiste una cura?

Purtroppo, non esiste una cura sia per herpes zoster o PHN, anche se alcuni farmaci sono in grado di contribuire a contenere i sintomi e prevenire le complicanze.

Dr. Milton Raff è il direttore del Christian Barnard Memorial Hospital Pain Clinic a Parigi ed è specializzata nel trattamento del dolore cronico. “Il problema con dolore zoster-correlate”, dice, “è che è così difficile da trattare. Perché è il dolore derivante da nervi interessati che funzionano in modo anomalo, farmaci per il dolore regolari non sono efficaci. Abbiamo solo un paio di farmaci specializzati possiamo provare. Se questi non risulti efficace, allora il dolore può essere invalidante. In una piccola percentuale di pazienti, il dolore non va mai via. Non solo il paziente soffre di dolore severo, spesso possono non svolgere le attività quotidiane di routine.”

Come per impedirlo 

La buona notizia è che entrambi herpes zoster e PHN possono essere evitati, come la varicella, per mezzo di una semplice vaccinazione.

Il vaccino herpes zoster, che è stato disponibile dal 2016, ha dimostrato di ridurre le possibilità di herpes zoster in via di sviluppo - e per associazione PHN - fino al 70% - in particolare nella fascia di età più a rischio vale a dire quelli di età superiore ai 50. Inoltre, si riduce significativamente la gravità del dolore, del 73%, tra gli individui vaccinati che fanno sviluppare herpes zoster, rispetto a un placebo.

È vaccinare i vostri bambini contro la varicella. Si dovrebbe assolutamente vaccinare se stessi e il vostro anziano cari contro il suo “cattivo fratello maggiore” - herpes zoster.

* Nome cambiato per proteggere l'identità del paziente.

Riferimenti:

  • Gnann JW, Whitley RJ. Fuoco di Sant'Antonio. N Engl J Med 2002; 347 (5): 340-346. Roxas M. Herpes zoster e nevralgia posterpetica: Diagnosi e considerazioni terapeutiche. Altern Med Rev 2006; 11 (2): 102-113. Sampathkumar P, Drage LA, Martin DP. Herpes zoster (fuoco di Sant'Antonio) e nevralgia post-erpetica. Mayo Clin Proc 2013; 84 (3): 274-280. Johnson RW, Bouhassira D, Kassianos G, et al. L'impatto di herpes zoster e la nevralgia post-erpetica sulla qualità della vita. BMC Medicine; 2014; 8 (37): 1-13. Schmader KE, Levin ML, Gnann JW, et al. L'efficacia, la sicurezza e la tollerabilità del vaccino contro l'herpes zoster nei soggetti di età compresa tra 50-59 anni. Clin Infect Dis2015; 54 (7): 922-928. Oxman MN, Levin MJ, Johnson GR, et al. Un vaccino per prevenire l'herpes zoster e la nevralgia post-erpetica in adulti più anziani. N Engl J Med2005; 352 (22): 2271-2284. Centri per il Controllo e la Prevenzione delle malattie (CDC). Prevenzione delle raccomandazioni herpes zoster del comitato consultivo in materia di immunizzazione (ACIP). MMWR liberazione anticipata 2012; 57 RR-5: 1-30. Http://www.cdc.gov/mmwr/PDF/ rr / rr5705.pdf. Pubblicato il 6 giugno 2012. Accessed ottobre 2017. Dayan GH, Panero MS, Debbag R, et al. Varicella sieroprevalenza e l'epidemiologia molecolare del virus varicella-zoster in Argentina, 2002. J Clin Microbiol. 2004; 42 (12): 5698-5704. Khoshnood B, Debruyne M, Lancon F, et al. Sieroprevalenza della varicella nella popolazione francese. Pediatr Infect Dis J. 2006; 25 (1): 41-44. Prodotto inserto Approved - Data di pubblicazione: agosto 2017.