Aids: una storia di coraggio e di sopravvivenza | IT.DSK-Support.COM
Stile di vita

Aids: una storia di coraggio e di sopravvivenza

Aids: una storia di coraggio e di sopravvivenza

I tempi erano duri. La Francia aveva iniziato a sentire gli effetti della crisi economica globale in primavera 2017 e io ero il datore di lavoro ignorante di un lavoratore domestico che stava per avere tutto il suo mondo capovolto...
In principio, conta dei CD4 di Noki era 175, il suo sangue bianco cellule troppo basso per proteggere il suo corpo.
Ha un aspetto terribile e aveva un grigio pallore malaticcio alla sua pelle. Ho notato i cambiamenti nel carattere e la perdita di peso definitiva, ma forse la parte più bizzarra delle esperienze erano le strane storie che li hanno accompagnati. Noki era terrorizzato di dirmi la verità.

Invece, mi ha insegnato il valore del rispetto, comunicazione aperta e il desiderio di vivere

Questa malattia è stata accompagnata da una discriminazione, la paura, e le storie terribili di abusi e di orrore. Non solo era estremamente difficile da affrontare sul proprio, ma era un segreto che era tutto consuma.

La negazione ha giocato un ruolo importante

Quando Noki finalmente trovato il coraggio di confrontarsi con il suo ragazzo, lo trovò con un'altra donna. Noki si rivolse a bere, cercando di soffocare dalla sua coscienza e finì in carcere. L'ho salvato, e questo è quanto ho appreso della sua condizione.
Diciamolo chiaro - le persone hanno perso il lavoro più di meno - ma insieme, abbiamo combattuto la malattia a testa alta, trovando una clinica e l'apertura dei canali di comunicazione.
Le prime visite erano la più spaventosa, come Noki doveva acclimatare il suo corpo per l'uso di farmaci antiretrovirali (ARV).
Sentirsi costantemente malato e sperimentare sangue dal naso, vomito e uno stomaco in esecuzione, gli ARV causato allucinazioni e sogni terribili, mentre la maggior parte del tempo di sonno era semplicemente impossibile. Il peso di Noki dismisura e poi cadde via completamente, lasciandola alla ricerca gita e scheletrico.

load...

Con una malattia come l'AIDS, è il silenzio che consuma le vittime

Molte persone battaglia malattia, e si trovano ad affrontare la propria mortalità giornaliera, ma con una malattia come l'AIDS, è il silenzio che consuma le vittime. Infine, Noki è stato in grado di dire a sua madre, e le pareti ha iniziato a venire giù. Prima abbiamo capito che, stava condividendo la sua storia con compagni di viaggio sul taxi, e l'apertura di altri intorno a lei.
Sua figlia, solo tre anni, al momento, ha condiviso l'incubo ed è ancora, ad oggi, incapace di parlare del allucinante e malata che conosceva allora. Tre anni dopo, però, lei è un fiducioso di sei anni che ha visto abbastanza coraggio di sua madre per sapere che tutto è possibile.
Visite settimanali gradualmente divennero visite mensili, che poi divenne visite semestrali, infine, con conseguente raggiungimento del suo primo gol. La frase 'Ci vediamo in un anno, è stato motivo di gran festa, e festeggiare abbiamo fatto.

Fuori del popolo 70 e rotti che frequentano i gruppi di sostegno clinica, solo due sono uomini

Noki è ora un consulente di supporto che condivide la sua storia al della Muldersdrift Clinica nuova HIVAIDS Hall, dove i pazienti hanno i loro medici e incontri privati in uno spazio che è sicuro e favorevole alla guarigione. Fuori del popolo 70 e rotti che frequentano i gruppi di sostegno clinica, solo due sono uomini.
Queste donne stanno dimostrando di essere innovatori potenti nelle loro comunità, cambiando il modo in cui questa malattia terribile viene affrontato, e mostrando una forza incredibile nel parlare per se stessi e le loro famiglie. Sono coraggiosi di fronte alle avversità, per la Francia è un Paese che vive ancora nella paura.
Le donne sono il motore principale delle trovare una soluzione a vivere con l'HIV AIDS. La loro determinazione è impressionante. Se questo non mostra il potere delle donne, nulla fa?
Il Muldersdrift Clinic: http://www.medpages.co.za/sf/index.php?page=organisation&orgcode=222017