Pensionamento: come prepararsi mentalmente ed emotivamente | IT.DSK-Support.COM
Stile di vita

Pensionamento: come prepararsi mentalmente ed emotivamente

Pensionamento: come prepararsi mentalmente ed emotivamente

La pensione non deve essere un cambiamento di vita stressante, secondo Emma Heap, Amministratore Delegato di vendita al dettaglio a 10x Investments, che dice che di fronte la pensione le seguenti domande sono tipici:

“Ho salvato abbastanza? Quanti soldi farò avere bisogno? Vivere di rendita o di una rendita vita?”

“Con solo il 6% dei francesi in grado di ritirarsi comodamente, facendo in modo che le risorse finanziarie sufficienti sono disponibili è di primaria importanza.

Heap dice che, nonostante lo stereotipo di pensione come un momento di relax, la realtà è che essa presenta anche gli individui con una serie di sfide di aggiustamento significative. “Queste sfide non sono solo finanziari, ma sociale, psicologico ed emotivo, e influenzano quelli di fronte la pensione così come le famiglie”, dice Heap.

load...

La ricerca mostra che una pensione di successo non è solo verso il basso per i penny in tasca. Si richiede anche una scorta di riserve emotive, che gli individui spesso non per prepararsi

“La buona notizia è che è possibile vivere la propria pensione in base alla progettazione, piuttosto che di default, data la preparazione mentale giusto.”

Tenendo questo in mente, Mucchio fornisce alcune delle domande importanti che gli individui dovrebbero prendere in considerazione come parte del loro processo di pianificazione olistico:

load...

1. Quali sono i miei sentimenti verso la pensione?

Anche se questo potrebbe sembrare ovvio, il fatto è che pochi in realtà esplorare la questione della regolazione emotiva. Come con tutte le fasi della vita, la maggior parte delle persone assumono automaticamente che la loro esperienza personale sarà più o meno rispecchiare le norme sociali percepite.

Tuttavia, la realtà è spesso lontano da questo, con una porzione significativa di pensionati trovarsi sopraffatti e impreparati per questo molto diversa fase della vita.

La maggior parte dei pensionati si concentrano su un'immagine idealizzata della pensione in cui sono felice e soddisfatta. Il problema è che quando i sentimenti perfettamente normali come l'isolamento, la noia, e anche rammarico insinuarsi, questi sentimenti sono vissuti come opprimente o un segno di fallimento.

Invece di trattare con loro apertamente, le persone gettano questi sentimenti 'tabu' da parte, causando un persistente senso di disagio nella vita quotidiana. Questi sentimenti possono anche alterare la percezione della realtà, e motivarli a prendere decisioni finanziarie poveri.

Un buon modo per prepararsi a questi sentimenti è quello di riconoscere in anticipo che le risposte alla pensione sono sia individuali e complesse. Scrivere un elenco di aspetti positivi e negativi previsti e discuterli con la famiglia o gli amici. In questo modo, è possibile pianificare in anticipo per le potenziali sfide, e avere una strategia per affrontare il disagio, se / quando succede a sorgere.

2. Ciò che mi definisce, invece della mia carriera?

Anche se il proprio lavoro non è della varietà professionale, la maggior parte delle persone sono identificati dal loro carriera. Ad esempio, l'identità di un insegnante potrebbe essere legato al loro ruolo di una figura autoritaria e mentore, e quando vanno in pensione che potrebbe sentirsi invisibili o diminuita in quegli aspetti di se stessi.

Un buon modo per affrontare questo è quello di pensare a ciò che significa la tua carriera per voi in termini di ruoli e identità personali, e pensare a mezzi alternativi di esprimere questi aspetti di te stesso.

Ad esempio, l'insegnante potrebbe essere coinvolto in un gruppo di comunità in cui esse contribuiscono le loro competenze e conoscenze, o assumere un ruolo di mentoring più attivo nella vita dei loro nipoti.

3. Quali saranno le mie nuove fonti di interazione sociale?

Come gran parte del tempo viene speso sul posto di lavoro, questo è dove il contatto sociale più quotidiana si svolge. Mentre i colleghi potrebbero non essere il più vicino amici del cuore o familiari, queste interazioni quotidiane può essere utile in modi che non ci rendiamo conto fino a quando se ne sono andati.

Se sei persona che gode gli aspetti sociali del vostro lavoro, un buon modo per affrontare questa transizione è quello di unirsi a gruppi o club prima della pensione, in modo che si può avere una rete sociale al di fuori dell'ufficio e della famiglia

4. In che modo i miei sentimenti influenzano le mie finanze?

Non è la rivelazione che il denaro è emotivo, e ognuno ha profondamente radicati e spesso credenze subconscio su di esso. Mentre possiamo sperimentare le nostre decisioni finanziarie come logico o razionale, la verità è che siamo più motivati ​​dai nostri sentimenti di quanto pensiamo.

Un esempio di questo sarebbe di selezione del portafoglio. Come un pensionato con 20 o 30 anni di vita, si sarebbe un investitore a lungo termine. Si potrebbe quindi essere adatto a un portafoglio di alta equità che avrebbe massimizzare il rendimento a lungo termine.

Tuttavia, a causa di alta equità è dotato di volatilità a breve termine, una persona che ha paura o insicurezza potrebbe optare per un portafoglio azionario bassa a causa del fatto che ha una minore volatilità. E mentre la loro mente può essere messo a mio agio, così facendo, si sono in effetti compromessa risultati ottimali di investimento nel processo, perché, nonostante la diminuzione della volatilità, bassa equità fornisce anche la crescita più bassa e più lenta.

La linea di fondo:

La pensione è un momento di grande cambiamento che interessa quasi ogni aspetto della nostra vita. Per entrare in questa nuova fase ben preparati, un processo di pianificazione globale è necessaria in cui valutiamo sia il nostro materiale e risorse psicologiche.

Il risultato più importante di questo processo di pianificazione è quello di essere in grado di identificare il rapporto tra le nostre emozioni e le nostre decisioni, e di valutare se le nostre azioni sono infatti nel nostro interesse, o semplicemente reazioni alle nostre mutevoli circostanze.