Può il denaro comprare la felicità? È complicato | IT.DSK-Support.COM
Stile di vita

Può il denaro comprare la felicità? È complicato

Può il denaro comprare la felicità? È complicato

(Articolo di Cathrine Jansson-Boyd, Anglia Ruskin University)

Società dei consumi è in rapida crescita in tutto il mondo. Nel 2017 è stato stimato che 1,7 miliardi di persone vivevano in quello che è considerato il “classe di consumatori” - e quasi la metà di loro sono in via di sviluppo...

Consumo di beni e servizi è cresciuta a un ritmo impressionante nel corso degli ultimi decenni, e ci spinge a chiedere: non ci rende felici? La risposta non è così semplice come si potrebbe pensare.

Come punto di partenza, è utile guardare la soddisfazione di vita riportato in tutto il mondo. Nelle nazioni più ricche, la gente di solito acquistano più prodotti e servizi. Quindi se il consumo veramente reso le persone più felici, ci si aspetterebbe alle persone di essere più felici nei paesi ricchi.

Ciò indica che il denaro e la ricchezza materiale aumentata non necessariamente uguali livelli più elevati di felicità.

Essere materialistica

Negli ultimi decenni, le persone nelle società industrializzate più ricchi sono diventati sempre più materialista. Ci sono due ragioni principali per questo - in primo luogo perché si impara osservando gli altri, è diventato accettabile. E in secondo luogo, perché la gente usa i prodotti come un mezzo per colmare un vuoto psicologico nella loro vita. Quest'ultimo è, almeno in parte, influenzata da messaggi di marketing costantemente ci dice che il consumo è il cammino verso la felicità.

load...

Così, quando le persone si sentono che sono carenti qualcosa nella loro vita cercano di sostituirlo con beni materiali. Ma questo spesso non riesce, come la gente di solito fraintendere ciò che li renderà felici. Allora, cosa che spesso accade è che la gente ottiene una spinta temporanea da un particolare acquisto, ma il piacere tende a svanire con il tempo come si adattano ad averlo, lasciandoli insoddisfatti.

Hanno poi cercare un altro prodotto in grado di fornire una sensazione ancora più forte piacere - ma, come prima, sarà ancora una volta svanire. Questo continua come se fossimo su una ruota per sempre la filatura del consumo. Con ogni ricerca di un nuovo acquisto gradevole, le aspettative aumentano inconsciamente - e il risultato è che spesso ci sentiamo la necessità di aumentare il numero di acquisti effettuati o di spendere più soldi.

Sentimenti di insicurezza

Come i consumatori si sentono su se stessi anche dettare modelli di consumo. Individui altamente materialistici tendono a beni di valore che sono costosi, visti come status elevato e sono facilmente individuato e riconosciuto da altre persone. Questo perché il materialismo è legata alla mancanza di autostima. Quindi, i sentimenti di insicurezza piombo ad una preoccupazione per ciò che gli altri pensano di loro - che a sua volta porta a tentativi di ottenere l'approvazione da parte degli altri possedendo prodotti desiderabili.

load...

Questa mancanza di fiducia, spesso proviene da che tipo di giocattoli abbiamo giocato con l'infanzia. Molte ragazze, per esempio, sono esposti a vista irrealistiche di ciò che le donne dovrebbe essere simile quando viene data loro giocattoli come bambole Barbie. Questa visione non realistica viene interiorizzato e può essere effettuato in età adulta. Un recente rapporto suggerisce che circa il 40% delle ragazze e giovani donne non hanno fiducia nel modo in cui guardare. Per alleviare la delusione con il loro aspetto, che sono suscettibili di imbarcarsi in una missione per l'acquisto di prodotti che credono li renderà più attraente.

I mezzi di comunicazione svolge anche un ruolo importante nel nudo persone di autostima.

I mezzi di comunicazione svolge anche un ruolo importante nel nudo persone di autostima. Riviste femminili sono progettati per incoraggiarli a consumare vestiti costosi, make-up e stile di vita degli oggetti per mitigare le insicurezze si sentono da soli e le loro vite a confronto ai modelli e celebrità all'interno.

Gli uomini possono essere influenzati dai media in modo simile - un numero crescente di uomini sono influenzati da riviste di consumare i vestiti e articoli di bellezza. Quando tali insicurezze sono stabiliti, l'appello dei consumi tende ad aumentare - le persone sono venduti il ​​messaggio che si può comprare “la cosa” che aiuterà ad alleviare i loro sentimenti di insicurezza.

Non tutti castigo e oscurità

Anche se sembra che il consumo non è sinonimo di felicità che non è così semplice come quello. Una componente fondamentale per una buona salute mentale è quello di avere una solida rete di supporto sociale. Una costante ricerca di beni materiali rende le persone ignorano gli aspetti della vita che possono contribuire al benessere generale, come ad esempio una rete di amicizia sana.

Può quindi sembrare un paradosso che le esperienze di acquisto può essere il modo per generare migliori connessioni sociali. Gli acquisti effettuati con l'intenzione di avere un'esperienza, come ad esempio una vacanza o forse qualcosa di più insolito - come “essere” una celebrità per il giorno - possono aumentare il senso di felicità di una persona.

Forse la domanda che deve chiedere non è se il consumo porta alla felicità, ma se ciò che consumiamo conduce alla felicità.

Questo non è spesso a causa della gratificazione causata dalla cosa in sé, ma perché fornisce alla gente un'occasione per discutere le loro esperienze con gli altri. La gioia di una tale esperienza è che i suoi benefici sono soggettivi e quindi non facile da confrontare - a differenza di un nuovo telefono cellulare - che non può essere sofisticato come qualcun altro. Di conseguenza, non si è più probabilità di sentirsi negativa per avere un'esperienza “peggiore” di qualcun altro.

Forse la domanda che deve chiedere non è se il consumo porta alla felicità, ma se ciò che consumiamo conduce alla felicità. Come ci stiamo avvicinando al periodo dell'anno in cui consumano spesso raggiunge un massimo storico (Venerdì nero, Cyber ​​Lunedi e Natale), vale la pena di riflettere sul fatto che gli acquisti effettuati stanno andando per soddisfare veramente i vostri desideri. Chiedetevi se si dovrebbe essere l'acquisto più prodotti, o se può essere il momento di comprare biglietti per il teatro per i vostri amici per favorire le relazioni sociali più forti.

Cathrine Jansson-Boyd, Reader in psicologia del consumatore, Anglia Ruskin University

Questo articolo è stato originariamente pubblicato su The Conversation. Leggi l'articolo originale.